A Etrusca Profilati finanziamento ministeriale

· Inserito in Blocco note

PIOMBINO 10 dicem­bre 2018ETRUSCA PROFILATI SRL che l’11 feb­braio 2016 ave­va richiesto un finanzi­a­men­to nazionale del Min­is­tero del­lo svilup­po eco­nom­i­co sul­la legge 181/1989 pari a 2.460.000 su un inves­ti­men­to com­p­lessi­vo di 3.280.000 ha ottenu­to la con­ces­sione di un finanzi­a­men­to di 1.863.745 euro. Lo affer­ma la grad­u­a­to­ria del novem­bre 2018 pub­bli­ca­ta dal­lo stes­so Min­is­tero.
È la sec­on­da impre­sa che risul­ta aggiu­di­cataria di un finanzi­a­men­to richiesto sul­lo stes­so ban­do gesti­to da Invi­talia per con­to del­lo stes­so Min­is­tero. L’altro finanzi­a­men­to è sta­to asseg­na­to a ECOLINE.TYRE SRL alla quale sono state con­cesse agevolazione pari a 1.171.000 euro, per un pro­gram­ma di inves­ti­men­to pari a 1.727.467 euro.
Anco­ra in istrut­to­ria  il prog­et­to de LA CHIUSA DI PONTEDORO SOCIETA’ COOPERATIVA A R.L. (inves­ti­men­to di 22.468.437 euro, con­trib­u­to richiesto 16.014.375 euro).
Due altri prog­et­ti   (PIOMBINO LOGISTICS SPA e CREO SRL) non sono sta­ti ammes­si alle agevolazioni, quat­tro (OPUSPHARM SRL , ALTAIR CHIMICA SPAMARIANI SRLRIMATERIA SPA) sono sta­ti giu­di­cati non accogli­bili, tre (ARCELORMITTAL CLNBORGO DEGLI OLIVI S.R.L., ASA Spa) sono sta­ti ritenu­ti non esam­inabili.

Inter­ven­to  di aiu­to ai sen­si del­la legge n. 181/1989
Il Sis­tema Locale del Lavoro (SLL) di Piom­bi­no (Comu­ni di Piom­bi­no, Campiglia Marit­ti­ma, San Vin­cen­zo e Suvere­to) è sta­to riconosci­u­to nel 2013 “area di crisi indus­tri­ale com­p­lessa” a segui­to del­la crisi del­la siderur­gia, il set­tore indus­tri­ale di mag­giore impor­tan­za per l’economia dell’area.
A un pri­mo Accor­do di pro­gram­ma sot­to­scrit­to nel 2014 da Pres­i­den­za del Con­siglio dei Min­istri, Min­is­tero del­lo svilup­po eco­nom­i­co e altri Min­is­teri inter­es­sati, Regione Toscana e altre ammin­is­trazioni locali, Agen­zia nazionale per l’attrazione degli inves­ti­men­ti e lo svilup­po d’impresa S.p.a. – Invi­talia, volto alla definizione del quadro com­p­lessi­vo dell’intervento da real­iz­zare nell’area, ha fat­to segui­to un sec­on­do Accor­do (pdf, 2 Mb), sot­to­scrit­to il 7 mag­gio 2015, con il quale, suc­ces­si­va­mente al riconosci­men­to per i Comu­ni facen­ti parte dell’SLL di Piom­bi­no del­la qual­i­fi­ca di ter­ri­tori ammis­si­bili agli aiu­ti a nor­ma dell’art. 107, par. 3, lett. c), del Trat­ta­to sul fun­zion­a­men­to dell’Unione euro­pea, è sta­to approva­to il Prog­et­to di ricon­ver­sione e riqual­i­fi­cazione indus­tri­ale (PRRI), final­iz­za­to alla sal­va­guardia e al con­sol­i­da­men­to delle imp­rese dell’area, all’attrazione di nuove inizia­tive impren­di­to­ri­ali e al reimpiego dei lavo­ra­tori espul­si dal mer­ca­to del lavoro.
Nel PRRI, la cui attuazione è affi­da­ta a Invi­talia in base alla vigente nor­ma­ti­va in mate­ria di ricon­ver­sione e riqual­i­fi­cazione pro­dut­ti­va di aree di crisi indus­tri­ale com­p­lessa, sono pre­visti gli inter­ven­ti di com­pe­ten­za del Min­is­tero del­lo svilup­po eco­nom­i­co e del­la Regione Toscana tramite i rispet­tivi stru­men­ti agevola­tivi.
Nell’ otto­bre 2015 è sta­to atti­va­to l’intervento min­is­te­ri­ale ai sen­si del­la legge n. 181/1989. La misura, in sin­te­si, pro­muove la real­iz­zazione di una o più inizia­tive impren­di­to­ri­ali nel ter­ri­to­rio dei Comu­ni del Sis­tema locale del lavoro di Piom­bi­no, final­iz­zate al raf­forza­men­to del tes­su­to pro­dut­ti­vo locale e alla sua diver­si­fi­cazione in set­tori alter­na­tivi a quel­li dell’indotto siderur­gi­co. Le risorse finanziarie disponi­bili ai fini del­la con­ces­sione delle agevolazioni ammon­tano a 20 mil­ioni di euro.

Commenta il post