Colmata è centro abitato, discarica non si può fare

· Inserito in Taglio basso

PIOMBINO 14 mar­zo 2019 — Il 24 gen­naio 2019 il Nucleo regionale di Val­u­tazione dell’Impatto Ambi­en­tale per l’ espres­sione del parere del­la Giun­ta Regionale, nell’ambito del pro­ced­i­men­to di Val­u­tazione di Impat­to Ambi­en­tale, sul prog­et­to pre­sen­ta­to da RIMa­te­ria da real­iz­zarsi pres­so il polo indus­tri­ale in loc. Ischia di Cro­ciano a Piom­bi­no, ha espres­so una serie di prob­le­mi e RIMa­te­ria ha pre­so l’impegno di pre­sentare entro 30 giorni la doc­u­men­tazione inte­gra­ti­va final­iz­za­ta a chiarir­li. Tra questi quel­lo espres­so dal Set­tore Servizi Pub­bli­ci Locali e Inquina­men­ti del­la Regione Toscana che, a propos­i­to di piani­fi­cazione dei rifiu­ti, ha sot­to­lin­eato il fat­to che il Piano Regionale delle Boni­fiche prevede, tra l’altro, che le dis­cariche di rifiu­ti non peri­colosi non deb­bano ricadere in “Aree con pre­sen­za di cen­tri abi­tati sec­on­do la definizione del vigente codice del­la stra­da, che non pos­sono garan­tire il per­manere di una fas­cia di rispet­to di 500 metri” fra il perimetro del cen­tro abi­ta­to e il perimetro dell’impianto” (Stile libero Idee dal­la Val di Cor­nia ne ha par­la­to nell’ arti­co­lo Regione: il prog­et­to RIMa­te­ria va appro­fon­di­to) .
Per questo, con­sid­er­a­to che la definizione del cen­tro abi­ta­to è com­pe­ten­za del Comune, si è rac­co­man­da­ta una ver­i­fi­ca.
La con­sigliera comu­nale di Piom­bi­no Car­la Bezzi­ni ritiene che la zona di Col­ma­ta sia un cen­tro abi­ta­to alla luce di con­sid­er­azioni che così esprime:

  • nel­la sola stra­da di Col­ma­ta, la stra­da delle “Terre Rosse”, abi­tano cir­ca 140 per­sone, res­i­den­ti sta­bil­mente, cir­ca 52 nuclei famil­iari,
  • vi è una lin­ea di auto­bus urbani ogni ora che col­le­ga Col­ma­ta a Piom­bi­no, uno scuo­labus per i bam­bi­ni in età sco­lare, molti dei quali fre­quen­ta­to la scuo­la ele­mentare di Pop­u­lo­nia  e per i più pic­coli che fre­quen­tano la scuo­la mater­na di Ponte di Fer­ro sit­u­a­ta a soli 1800 metri dal­la dis­car­i­ca di Ischia di Cro­ciano,
  • sono pre­sen­ti cunette e pas­sag­gi pedonali,
  • all’interno del­la fas­cia di perime­trazione del­la dis­car­i­ca, nel­la zona di Mon­tege­moli, insistono altre unità abi­ta­tive oltre ad alcune attiv­ità come un ris­torante pizze­ria, un autolavag­gio, una riven­di­ta di leg­name e man­u­fat­ti pre­fab­bri­cati di leg­no,
  • sul­la stra­da di Col­ma­ta si tro­va il Cir­co­lo Nau­ti­co Ponte­doro (alag­gio, rimes­sag­gio, ormeg­gio), il por­tic­ci­o­lo “Mari­na Terre Rosse” e inoltre è in prog­et­to un nuo­vo por­to tur­is­ti­co “La Chiusa di Ponte­doro” di oltre 1000 posti bar­ca rag­giun­gi­bile solo dal­la stra­da di Col­ma­ta,
  • l’agglomerato è delim­i­ta­to lun­go le vie di acces­so dagli apposi­ti seg­nali di inizio e fine.

Per questo ha pre­sen­ta­to, per­ché sia dis­cus­sa nel­la prossi­ma riu­nione del con­siglio comu­nale di Piom­bi­no, una mozione con la quale invi­ta il sin­da­co e la giun­ta a pre­dis­porre gli atti nec­es­sari al riconosci­men­to dell’area di Col­ma­ta come cen­tro abi­ta­to.
Di segui­to la mozione e la ric­ca doc­u­men­tazione fotografi­ca prodot­ta:

Piom­bi­no, 13 mar­zo 2019
Al Sin­da­co del Comune di Piom­bi­no
Al Pres­i­dente del Con­siglio comu­nale
Agli Asses­sori com­pe­ten­ti

Mozione
Ogget­to:
Pro­pos­ta di riconosci­men­to dell’agglomerato urbano sito in Local­ità Col­ma­ta come cen­tro abi­ta­to.

Con­sid­er­a­to che
il 24 gen­naio 2019 si è riu­ni­to il Nucleo regionale di Val­u­tazione dell’Impatto Ambi­en­tale per esprimere il parere del­la Giun­ta Regionale, nell’ambito del pro­ced­i­men­to di Val­u­tazione di Impat­to Ambi­en­tale, sul prog­et­to pre­sen­ta­to da RIMa­te­ria da real­iz­zarsi pres­so il polo indus­tri­ale in loc. Ischia di Cro­ciano,
Con­sid­er­a­to che
nel cor­so del con­fron­to è emer­sa una richi­es­ta di ver­i­fi­ca in mer­i­to alla piani­fi­cazione dei rifiu­ti da parte del Set­tore Servizi Pub­bli­ci Locali e Inquina­men­ti del­la Regione Toscana. In tale richi­es­ta si fa pre­sente che il PRB prevede che le dis­cariche di rifiu­ti non peri­colosi non deb­bano ricadere in “Aree con pre­sen­za di cen­tri abi­tati, sec­on­do la definizione del vigente codice del­la stra­da, che non pos­sono garan­tire il per­manere di una fas­cia di rispet­to di 500 metri” fra il perimetro del cen­tro abi­ta­to e il perimetro dell’impianto”. Tale richi­es­ta di ver­i­fi­ca è sta­ta deman­da­ta ai tec­ni­ci del Comune di Piom­bi­no,
Con­sid­er­a­to che
la definizione di “cen­tro abi­ta­to” è con­tenu­ta nell’art. 3 del nuo­vo codice del­la stra­da ed è la seguente : “Insieme di edi­fi­ci, delim­i­ta­to lun­go le vie di acces­so dagli apposi­ti seg­nali di inizio e fine. Per insieme di edi­fi­ci si intende un rag­grup­pa­men­to con­tin­uo, ancorché inter­val­la­to da strade, piazze, gia­r­di­ni o sim­ili, cos­ti­tu­ito da non meno di ven­ticinque fab­bri­cati e da aree di uso pub­bli­co con acces­si veico­lari o pedonali sul­la stra­da”,
Con­sid­er­a­to che
tali req­ui­si­ti risul­tano pre­sen­ti nell’area abi­ta­ti­va in ogget­to e per­tan­to Col­ma­ta è a tut­ti gli effet­ti un cen­tro abi­ta­to, in quan­to:

  • nel­la sola stra­da di Col­ma­ta , la stra­da delle “Terre Rosse” abi­tano circa140 per­sone, res­i­den­ti sta­bil­mente, cir­ca 52 nuclei famil­iari,
  • vi è una lin­ea di auto­bus urbani ogni ora che col­le­ga Col­ma­ta a Piom­bi­no, uno scuo­labus per i bam­bi­ni in età sco­lare, molti dei quali fre­quen­ta­to la scuo­la ele­mentare di Pop­u­lo­nia e per i più pic­coli che fre­quen­tano la scuo­la mater­na di Ponte di Fer­ro sit­u­a­ta a soli 1800 metri dal­la dis­car­i­ca di Ischia di Cro­ciano,
  • sono pre­sen­ti cunette e pas­sag­gi pedonali,
  • all’interno del­la fas­cia di perime­trazione del­la dis­car­i­ca, nel­la zona di Mon­tege­moli , insistono altre unità abi­ta­tive oltre ad alcune attiv­ità come un ris­torante pizze­ria, un autolavag­gio, una riven­di­ta di leg­name e man­u­fat­ti pre­fab­bri­cati di leg­no,
  • sul­la stra­da di Col­ma­ta si tro­va il Cir­co­lo Nau­ti­co Ponte­doro (alag­gio, rimes­sag­gio, ormeg­gio), il por­tic­ci­o­lo “Mari­na Terre Rosse”  e inoltre è in prog­et­to un nuo­vo por­to tur­is­ti­co “La Chiusa di Ponte­doro” di oltre1000 posti bar­ca rag­giun­gi­bile solo dal­la stra­da di Col­ma­ta,
  • l’agglomerato è delim­i­ta­to lun­go le vie di acces­so dagli apposi­ti seg­nali di inizio e fine,

Con­sid­er­a­to che
la definizione del cen­tro abi­ta­to è com­pe­ten­za del Comune,

il con­siglio comu­nale invi­ta il sin­da­co e la giun­ta a pre­dis­porre gli atti nec­es­sari al riconosci­men­to dell’area di Col­ma­ta come cen­tro abi­ta­to

Car­la Bezzi­ni, Un’Altra Piom­bi­no

 

Commenta il post