In Gazzetta progetto S.S. 398 Geodetica-Gagno

· Inserito in È accaduto

PIOMBINO 13 mar­zo 2019 — È sta­ta pub­bli­ca­ta nel­la Gazzetta Uffi­ciale del 12 mar­zo 2019 la delib­era CIPE del 25 otto­bre 2018 con la quale è sta­to approva­to il prog­et­to defin­i­ti­vo del­la S.S. 398 nel trat­to dal­lo svin­co­lo di Geo­det­i­ca al Gag­no che sarà real­iz­za­to dall’ ANAS.
L’intervento

  • riguar­da l’adeguamento del­la cat­e­go­ria del­la stra­da che avrà una larghez­za di 22 metri,
  • si estende per cir­ca 3,05 chilometri all’interno del Comune di Piom­bi­no per i pri­mi 0,55 chilometri come adegua­men­to del­la statale 398 e per i restanti 2,5 chilometri in una nuo­va sede (qua­si total­mente in ril­e­va­to),
  • pre­sen­ta una serie di col­lega­men­ti tra l’asse prin­ci­pale, la via­bil­ità del Comune di Piom­bi­no,
  • ter­mi­na in cor­rispon­den­za dell’innesto nel­la rota­to­ria in local­ità Gag­no, in fase di real­iz­zazione da parte dell’Autorità di sis­tema por­tuale del mar Tir­reno set­ten­tri­onale.

La modal­ità di affi­da­men­to pre­vista per la real­iz­zazione delle opere è l’appalto di ese­cuzione dei lavori sul­la base del prog­et­to esec­u­ti­vo.
Il tem­po asseg­na­to per la redazione del prog­et­to esec­u­ti­vo da porre a base del­la gara per l’affidamento dei lavori e di 180 giorni nat­u­rali e con­sec­u­tivi, vale a dire 6 mesi.
Il tem­po sti­ma­to per l’esecuzione dei lavori è di 1.440 giorni nat­u­rali e con­sec­u­tivi, vale a dire 4 anni (l’Autostrada del Sole da Milano a Roma lun­ga 754 chilometri fu costru­i­ta in una deci­na di anni alla media di 75 chilometri all’anno, ndr).
Il cos­to dell’intervento è di 58.935.810, 25 euro.
Le cop­er­ture finanziarie sono assi­cu­rate

  • per 24.422.222,22 euro dal Fon­do uni­co ANAS,
  • per 34.513.588,63 euro dall’ex Fon­do cen­trale di garanzia.

Il prog­et­to è sta­to approva­to con  pre­scrizioni e rac­co­man­dazioni da ottem­per­are in fase di prog­et­to esec­u­ti­vo e comunque pri­ma dell’avvio delle pro­ce­dure per la scelta del con­traente.
Le pre­scrizioni sono rel­a­tive agli aspet­ti prog­et­tuali, agli aspet­ti ambi­en­tali, mit­igazioni e com­pen­sazioni, al mon­i­tor­ag­gio ambi­en­tale, al Piano di Uti­liz­zo ex decre­to min­is­te­ri­ale del 10 agos­to 2012, n. 161, ges­tione delle materie e SIN, agli aspet­ti arche­o­logi­ci, agli aspet­ti del­la tutela pae­sag­gis­ti­ca e dei beni cul­tur­ali, ad aspet­ti pro­ce­du­rali e ges­tion­ali, alle inter­feren­ze.
Tra le rac­co­man­dazioni una riguar­da l’uso mag­giore pos­si­bile, o almeno nelle per­centu­ali pre­viste dal­la nor­ma­ti­va nazionale vigente, di mate­ri­ali prove­ni­en­ti dal recu­pero o rici­clag­gio.

Il trat­to 2 dal Gag­no al por­to non è nel­la com­pe­ten­za dell’ANAS in quan­to intera­mente local­iz­za­to in area urbana. Per la  redazione del­lo stu­dio di fat­tibil­ità rel­a­ti­vo alle alter­na­tive prog­et­tuali del trac­cia­to è sta­to siglato un pro­to­col­lo tra Comune di Piom­bi­no e Autorità di Sis­tema Por­tuale del Mar Tir­reno Set­ten­tri­onale.

 

Commenta il post