La governance dell'accordo di programma 2

L’assessore Chiarei rappresenta il Comune

PIOMBINO 1 set­tem­bre 2014 — E dunque è l’ asses­sore Chiarei che ha in mano per con­to del Comune di Piom­bi­no l’attuazione degli accor­di di pro­gram­ma riguardan­ti “Inter­ven­ti di infra­strut­turazione, riqual­i­fi­cazione ambi­en­tale e rein­dus­tri­al­iz­zazione dell’area por­tuale di Piom­bi­no” del 6 agos­to 2013 e “Dis­ci­plina degli inter­ven­ti per la riqual­i­fi­cazione e la ricon­ver­sione del polo indus­tri­ale di Piom­bi­no” del 24 aprile 2014. Lo ha sta­bil­i­to la Giun­ta comu­nale (per leg­gere clic­ca qui) moti­van­do la scelta col fat­to che l’assessore ha la del­e­ga al coor­di­na­men­to inter­set­to­ri­ale e grup­pi di lavoro evi­den­te­mente giu­di­ca­ta più appro­pri­a­ta del­la com­pe­ten­za che il sin­da­co si è tenu­to per sé all’atto del­la cos­ti­tuzione del­la Giun­ta e cioè il coor­di­na­men­to degli accor­di di pro­gram­ma.

Leg­gi il resto »

Le primarie a metà e il no al “candidato” Anselmi

Per due mesi han­no avu­to il mer­i­to di tenere acce­si i riflet­tori sul cen­trosin­is­tra, sul PD in par­ti­co­lare, ma le pri­marie sono state una com­pe­tizione spuria e a due veloc­ità: molto spin­ta nel­la fase uno per la scelta del can­dida­to pre­mier, ridot­ta al min­i­mo nel­la fase due per la scelta dei par­la­men­tari. Far­le era del resto l’unico modo per il cen­trosin­is­tra di sal­vare la fac­cia dopo l’incapacità o la non volon­tà di cam­biare l’obbrobrio di legge elet­torale con la quale andremo a votare anche sta­vol­ta.

Leg­gi il resto »
VARIANTE: CADE UNA MOTIVAZIONE. ATTACCO DEL SINDACO ALLA PIETRELLI

Poggio all’Agnello: il Comune vince la causa

· Inserito in Sotto la lente· 1 commento »

PIOMBINO 13 giug­no 2016 — Qual­cuno lo ave­va ipo­tiz­za­to (vedi l’articolo dell’avvocato Fab­rizio Callaioli, qui di segui­to); la nos­tra stes­sa riv­ista ave­va ril­e­va­to che “Quan­do l’urbanistica viene uti­liz­za­ta per risol­vere prob­le­mi finanziari si imboc­ca una stra­da che non si sa dove può portare e non si sa nem­meno se è sen­za sfon­do” (vedi l’articolo che, nel­la home page, segue quel­lo di Callaioli) ed ora siamo al chiari­men­to. La vari­ante del Comune sul com­p­lesso di Pog­gio all’Agnello si regge solo su una moti­vazione.

Leg­gi il resto »