Poggio all'Agnello: 108 residenze non più turistiche

Seconde case: si volevano scoraggiare e invece

Redazione

PIOMBINO 8 dicem­bre 2016 — Lunedì prossi­mo sarà dis­cus­sa dal con­siglio comu­nale di Piom­bi­no la “Vari­ante sem­pli­fi­ca­ta al Piano Strut­turale d’Area e al Rego­la­men­to Urban­is­ti­co per il Com­p­lesso ricetti­vo di Pog­gio All’Agnello”. L’argomento ha già sus­ci­ta­to un ampio dibat­ti­to al momen­to dell’avvio del pro­ced­i­men­to, ma vale la pena di far riemerg­ere il prob­le­ma che non è di poco con­to. Si trat­ta di una vari­ante ad per­son­am che per­me­t­terà il cam­bio di des­ti­nazione d’uso da tur­is­ti­co a res­i­den­ziale di 108 unità ricettive del­la res­i­den­za tur­is­ti­co ricetti­va RTA) di Pog­gio all’Agnello.

Leg­gi il resto »
MENTRE LA Città OSSERVA IN CRISI, caos Pd sui candidati regionali

Manca un ballerino nel valzer delle poltrone

Fiorenzo Bucci

PIOMBINO 31 mar­zo 2015 — L’altro giorno all’hotel Phale­sia una vetra­ta impen­e­tra­bile più del vec­chio muro di Berli­no sep­a­r­a­va la vista del des­olante panora­ma del­la zona indus­tri­ale dai riti che si cel­e­bra­vano all’interno, nel­la grande sala delle riu­nioni, al bar e nel salone da pran­zo.
Là fuori, illu­mi­na­to da un debole sole pri­maver­ile, il nero dei capan­noni appari­va anco­ra più nero, triste nel deser­to di un alto­forno spen­to e di tante attiv­ità abban­do­nate, tragi­co nel des­ti­no di molte famiglie.

Leg­gi il resto »

Dopo il commissario come e chi presidente?

E dunque Luciano Guer­ri­eri dopo otto anni di Pres­i­den­za dell’ Autorità por­tuale di Piom­bi­no e 45 giorni di pro­ro­ga­tio, è diven­ta­to adesso Com­mis­sario del­la stes­sa Autorità almeno per sei mesi «per con­sen­tire il per­fezion­a­men­to del pro­ced­i­men­to di rin­no­vo del­la pres­i­den­za dell’Autorità stes­sa e assi­cu­rare la rego­lare pros­e­cuzione dell’attività ges­tionale dell’ente». Lo ha deciso il Min­istro dei trasporti e delle infra­strut­ture Mau­r­izio Lupi.

Leg­gi il resto »
COSA SPETTERà AL comune e cosa alla cooperativa "la contadina"

Le incognite della zona industriale di Colmata

PIOMBINO 15 mar­zo 2015 — Il Comune di Piom­bi­no tiene molto alla real­iz­zazione del­la zona indus­tri­ale di Col­ma­ta (Stile libero si è già occu­pa­to del­la cosa definen­dola “un inse­di­a­men­to di cui non si sente il bisog­no” http://www.stileliberonews.org/area-produttiva-non-si-sente-bisogno/) tant’è che anche recen­te­mente, ma non è la pri­ma vol­ta, ha comu­ni­ca­to che «.…Siamo a buon pun­to anche sul­la prog­et­tazione delle infra­strut­ture dell’area pro­dut­ti­va di Col­ma­ta.

Leg­gi il resto »

Orientarsi nella situazione economica

Alcu­ni stu­di e doc­u­men­ti sono di util­ità per capire lo sta­to del­la situ­azione non solo eco­nom­i­ca del­la Val di Cor­nia ed allo stes­so tem­po pog­gia­re le prospet­tive di supera­men­to del­la crisi su dati ed elab­o­razioni fon­date. Ne indichi­amo una serie non esaus­ti­va sopratut­to di pro­duzione IRPET ed altri due che col­lo­can­dosi in due momen­ti tem­po­ral­mente molto dis­tan­ti per­me­t­tono di capire l’evoluzione dell’elaborazione pro­gram­mat­i­ca delle isti­tuzioni. Abbi­amo scel­to doc­u­men­ti che per­me­t­tono di inquadrare i prob­le­mi del­la val di Cor­nia in una sce­nario almeno toscano e che del­la val di Cor­nia par­lano più o meno appro­fon­di­ta­mente in relazione alle tem­atiche affrontate in questo numero di Stile libero:

Leg­gi il resto »