E’ morta l’urbanistica…viva l’urbanistica

· Inserito in Editoriale· Nessun commento »
Redazione

Chissà se oggi con­clu­den­do il suo libro “Ammin­is­trare l’urbanistica Giuseppe Cam­pos Venu­ti avrebbe scrit­to quan­to scrisse nel 1967:«.…L’urbanistica è in crisi, ma si trat­ta di una crisi di svilup­po…». L’interrogativo è d’obbligo per­ché ciò che appare nel­la prat­i­ca quo­tid­i­ana dell’amministrare l’urbanistica è tut­to fuorché piani­fi­cazione coer­ente del ter­ri­to­rio. Se non altro dal pun­to di vista degli stru­men­ti. Il vec­chio Piano Rego­la­tore gen­erale

Leg­gi il resto »

Le bonifiche sono necessarie ma chi le fa?

A Piom­bi­no si par­la da anni di boni­fiche dei ter­reni indus­tri­ali inquinati. E’ sta­to det­to, ripetu­ta­mente, che sen­za boni­fiche non può esser­ci né svilup­po, né risana­men­to del­la cit­tà.
La realtà è che delle boni­fiche non si vede nem­meno l’ombra.
Nel 2007 è sta­to fir­ma­to un accor­do con tre Min­is­teri (Ambi­ente, Svilup­po Economico,Infrastrutture), defini­to epocale dagli ammin­is­tra­tori del­la cit­tà, che prevede­va di trasferire a Piom­bi­no i rifiu­ti del­la col­ma­ta e dei sed­i­men­ti mari­ni di Bag­no­li, un sito inquina­to di Napoli anal­o­go al nos­tro. Furono annun­ciati centi­na­ia di mil­ioni, grande vasche sul por­to per accogliere i rifiu­ti, la real­iz­zazione imme­di­a­ta del­la stra­da per il por­to, la bonifi­ca delle aree di pro­pri­età comu­nale, tra cui quelle di Cit­tà Futu­ra sulle

Leg­gi il resto »