60 GIORNI SON PASSATI MA DELLA RIVOLUZIONE SANITARIA NESSUNA NOTIZIA

Piano sanitario come le buche, come gli ascensori

PIOMBINO 4 otto­bre 2019 — In anni ruggen­ti i nos­tri Comu­ni han­no sem­pre respin­to con sdeg­no la protes­ta per “due buche nelle strade”. L’invito per­en­to­rio dal palaz­zo indi­ca­va allo­ra di “volare alto, di pen­sare più in grande: ai pro­gram­mi, ai prog­et­ti”.
Il tem­po ha un po’ riv­is­to l’andazzo e gli ammin­is­tra­tori più illu­mi­nati han­no capi­to che le “due buche nelle strade” era­no impor­tan­ti. Non solo per­ché comunque anda­vano tap­pate ma anche per la banale con­sid­er­azione che, se l’uomo del­la stra­da, uscen­do di casa, sis­tem­ati­ca­mente fini­va in una sor­ta di anfrat­to, egli, smoc­colan­do, giunge­va alla più banale delle con­clu­sioni: “Se non sono capaci di rime­di­are ad una buca, fig­uri­amo­ci se real­izzer­an­no gli ambiziosi pro­gram­mi che stan­no annun­cian­do”.

Leg­gi il resto »
PIANO CAVE E INTERESSE STORICO: CONTRADDIZIONE EVIDENTE

Tra cultura e calcare è da decidere cosa privilegiare

PIOMBINO 1 otto­bre 2019 — La notizia è di quelle che pon­gono inter­rog­a­tivi. Su richi­es­ta del Comune di Campiglia il Min­is­tero per i Beni e le Attiv­ità Cul­tur­ali, con decre­to n. 111 del 31 luglio 2019, ha dichiara­to di inter­esse cul­tur­ale “sette siti” ricom­pre­si nelle aree di pro­pri­età comu­nale del Par­co archeominerario di San Sil­ve­stro. Sono sta­ti riconosciu­ti d’interesse arche­o­logi­co, stori­co e mon­u­men­tale, e per questo vin­co­lati, ter­ri­tori che il Comune di Campiglia, uni­ta­mente agli altri Comu­ni del­la Val di Cor­nia, ave­va sot­to­pos­to a regime di tutela con il sis­tema dei parchi pre­vis­to dai piani rego­la­tori coor­di­nati degli anni 70/80.

Leg­gi il resto »
UNA STRATEGIA TERRITORIALE SENZA LE DISCARICHE DI RIMATERIA

Un insieme di nodi da sciogliere uno dopo l’altro

PIOMBINO 29 set­tem­bre 2019 — Tra comu­ni­cati e con­tro­co­mu­ni­cati, doc­u­men­ti inviati ed inte­grati, con­feren­ze dei servizi svolte ed aggior­nate c’è il ris­chio di perdere di vista il sen­so pro­fon­do del­la par­ti­ta aper­ta sul prog­et­to RIMa­te­ria inizia­ta for­mal­mente con la pro­nun­cia di com­pat­i­bil­ità ambi­en­tale (VIA) richi­es­ta da RIMa­te­ria alla Regione Toscana il 22 mag­gio 2018.

Leg­gi il resto »
A PIOMBINO LA MAGGIORANZA PROPONE UN PATTO TERRITORIALE

In Val di Cornia è l’ora dell’Unione dei Comuni

PIOMBINO 26 set­tem­bre 2019 — Le sfide che le ammin­is­trazioni del­la Val di Cor­nia dovran­no affrontare nei prossi­mi anni sono enor­mi. Vivi­amo in un ter­ri­to­rio che ha gran­di poten­zial­ità ma scarsa coe­sione ed enor­mi prob­le­mi da risol­vere. Rilan­cio dell’economia dopo la fine del ciclo inte­grale dell’acciaio, boni­fiche, val­oriz­zazione delle nos­tre risorse ter­ri­to­ri­ali, tutela dei servizi essen­ziali ai cit­ta­di­ni (san­ità, acqua, rifiu­ti, trasporti …) sono tut­ti argo­men­ti che non pos­sono essere affrontati da cias­cun Comune sin­go­lar­mente ma han­no bisog­no di ben altra coe­sione isti­tuzionale.

Leg­gi il resto »
IN VAL DI CORNIA PERCENTUALE DI DISOCCUPATI PIU' ALTA CHE IN TOSCANA

Un disoccupato ogni tre residenti tra 15 e 64 anni

PIOMBINO 25 set­tem­bre 2019 — Nel 2018 gli iscrit­ti allo sta­to di dis­oc­cu­pazione (i dati proven­gono dai Servizi region­ali per l’impiego) res­i­den­ti nei Comu­ni del­la Val di Cor­nia (Campiglia Marit­ti­ma, Piom­bi­no, San Vin­cen­zo, Sas­set­ta, Suvere­to) era­no 10.067 pari al 29,81% del­la popo­lazione res­i­dente com­pre­sa tra 15 e 64 anni e al 19,91% del­la popo­lazione supe­ri­ore a 15 anni. Per­centu­ali vicine a quelle del­la provin­cia di Livorno (rispet­ti­va­mente 28,36% e 19,71%) ma lon­tane, per­ché assai più alte, da quelle del­la Toscana (rispet­ti­va­mente 21,40% e 15,20%).

Leg­gi il resto »