QUATTRO ANNI PER POCHI E INEFFICACI INTERVENTI DI RICONVERSIONE

Regione e Ministero rinnovano un accordo fallito

PIOMBINO 16 mag­gio 2019 – È davvero curioso: ieri del­lo stes­so fat­to due ver­sioni diverse da parte di due isti­tuzioni pub­bliche dif­fer­en­ti.
Nel comu­ni­ca­to stam­pa del Min­is­tero del­lo svilup­po eco­nom­i­co “Riu­ni­to il tavo­lo sull’Area di crisi indus­tri­ale com­p­lessa di Piom­bi­no” è sta­to scrit­to: “Nel cor­so dell’incontro è sta­to illus­tra­to il per­cor­so che porterà in tem­pi bre­vi al rin­no­vo dell’Accordo di pro­gram­ma dell’area di crisi indus­tri­ale scadu­to nel 2018.”.

Leg­gi il resto »
PIOMBINO, CAMPIGLIA E SASSETTA: NESSUN BONUS DALL'ATO RIFIUTI URBANI

Non differenziano i rifiuti, non prendono i contributi

PIOMBINO 14 mag­gio 2019 – Alcu­ni Comu­ni dell’ Ambito ter­ri­to­ri­ale otti­male (ATO) Toscana Sud cos­ti­tu­ito dai Comu­ni com­pre­si nelle province di Siena, Arez­zo, Gros­se­to e nel­la Val di Cor­nia godran­no di una pre­mi­al­ità per l’efficienza di rac­col­ta dif­feren­zi­a­ta (RD) defini­to “Bonus RD”, cioè di una riduzione del cor­rispet­ti­vo dovu­to a Sei Toscana per il servizio di ges­tione inte­gra­ta dei rifiu­ti urbani. Nel­la Val di Cor­nia ne godran­no i Comu­ni di Castag­ne­to Car­duc­ci, San Vin­cen­zo e Suvere­to ed invece non ne godran­no i Comu­ni di Campiglia, Piom­bi­no, e Sas­set­ta.

Leg­gi il resto »
INTERFERENZE CON IL PROGETTO RIMATERIA E COL FOSSO CORNIA VECCHIO

Bonifica della falda: Invitalia rimandata a settembre

PIOMBINO 6 mag­gio 2019 – La Regione Toscana, chia­ma­ta a ver­i­fi­care l’ assogget­ta­bil­ità a Val­u­tazione di Impat­to Ambi­en­tale (VIA) del prog­et­to “Mes­sa in sicurez­za oper­a­ti­va del­la fal­da da real­iz­zare nelle aree di pro­pri­età e in con­ces­sione dema­niale del­la soci­età Afer­pi spa nel sito di Piom­bi­no” pro­pos­to da Invi­talia, ha invi­a­to, ad Invi­talia stes­sa, una lun­ga serie di inte­grazioni e chiari­men­ti. La prog­et­tazione riguar­da gli inter­ven­ti finanziati con risorse pub­bliche, da eseguire in dan­no ai sogget­ti respon­s­abili, per la mes­sa in sicurez­za delle acque sot­ter­rane e prevede un’azione arti­co­la­ta in inter­ven­ti tra loro inte­grati.

Leg­gi il resto »
A PROPOSITO DI AREE DEMANIALI, BANCHINE E SPECCHI ACQUEI

Curiosità e misteri del protocollo con Onorato

PIOMBINO 4 mag­gio 2019 – Stile libero Idee dal­la Val di Cor­nia ha già dimostra­to in due prece­den­ti arti­coli (Vogliono un grande ter­mi­nal auto, ma dove?, Altro che com­mis­sario, è la strate­gia che man­ca) la con­fu­sione che ha reg­na­to e reg­na tut­to­ra nel­la des­ti­nazione delle aree dema­niali por­tu­ali, nelle con­ces­sioni o nelle promesse di con­ces­sione a pri­vati e non c’è da aggiun­gere molto. La fir­ma recente del “Pro­to­col­lo d’intesa per lo svilup­po di un Ter­mi­nal auto nel por­to di Piom­bi­no” aggiunge con­fu­sione a con­fu­sione, mis­tero a mis­tero anche per quel che riguar­da una banchi­na.

Leg­gi il resto »
FUTURO OSCURO CON OPERE NON FINITE, SENZA COLLEGAMENTI E SERVIZI

Altro che commissario, è la strategia che manca

PIOMBINO 1 mag­gio 2019 — Sem­bra che tut­ti i prob­le­mi del­lo svilup­po del por­to di Piom­bi­no e del­la rein­dus­tri­al­iz­zazione dell’area con­sis­tano nel pro­l­unga­men­to del­la nom­i­na del Pres­i­dente del­la Regione Toscana a Com­mis­sario stra­or­di­nario “per lo svol­gi­men­to delle attiv­ità con­nesse alla real­iz­zazione degli inter­ven­ti di imple­men­tazione infra­strut­turale del por­to di Piom­bi­no, per il man­ten­i­men­to ed il poten­zi­a­men­to dei liv­el­li occu­pazion­ali dell’area siderur­gi­ca del medes­i­mo Comune e per il supera­men­to delle gravi situ­azioni di crit­ic­ità ambi­en­tale dell’area stes­sa, al fine di garan­tirne lo svilup­po sosteni­bile”.

Leg­gi il resto »