MENTRE  ACCORDi, contratti E ADDENDUM TRABALLANO e tutto è fermo

Promessa di garanzie finanziarie anche senza piano

PIOMBINO 24 ago­sto 2017 – Sotto la col­tre di neb­bia e di paro­le in liber­tà che da sem­pre som­mer­ge tut­ta la vicen­da Aferpi c’è anche la sto­ria del­le garan­zie finan­zia­rie o pro­mes­se o pre­di­spo­ste o offer­te o pre­sta­te dal­la Regione Toscana a quell’azienda. Ulteriore esem­pio o di pro­mes­sa pro­pa­gan­di­sti­ca di dena­ro pub­bli­co o di uti­liz­za­zio­ne del dena­ro pub­bli­co a pre­scin­de­re. Non altri­men­ti può esse­re defi­ni­ta.

Leggi il resto »
SI DISCUTE DEL FUTURO DELLA VAL DI CORNIA sotto UNA COLTRE DI NEBBIA

Contratti, accordi e addendum senza trasparenza

Redazione

PIOMBINO 23 ago­sto 2017 – Può appa­ri­re impos­si­bi­le ma sem­bra che il futu­ro di Piombino dipen­da da un comu­ni­ca­to stam­pa. Sì per­ché da quel comu­ni­ca­to e solo da quel comu­ni­ca­to illu­stra­ti­vo del­le sca­den­ze inse­ri­te nell’addendum al con­trat­to del 30 giu­gno 2015, sot­to­scrit­to tra la pro­ce­du­ra di ammi­ni­stra­zio­ne straor­di­na­ria del­la Lucchini e il grup­po Cevital, e del­le con­se­guen­ze del­la loro vio­la­zio­ne in ter­mi­ni di riso­lu­zio­ne del con­trat­to discen­de il gran dibat­ti­to loca­le sul­la ina­dem­pien­ze di Cevital, sul­la cre­di­bi­li­tà di Rebrab, sul­la neces­si­tà o meno del­la riso­lu­zio­ne del con­trat­to, sul­le idee di pos­si­bi­li acqui­ren­ti (in que­sto caso entra­no in cam­po “fon­ti auto­re­vo­li”) ed anche sul futu­ro svi­lup­po eco­no­mi­co del­la Val di Cornia.

Leggi il resto »
MENTRE AFERPI LO INVADE CON LA GRANDE CURVA DEL BINARIO DI MANOVRA

Il Comune, se lo vuole, può salvare il Quagliodromo

Leonardo Mezzacapo

PIOMBINO 20 ago­sto 2017 – L’occupazione del Quagliodromo, con un bina­rio di mano­vra in cur­va, può esse­re evi­ta­ta a favo­re di una solu­zio­ne di bina­rio drit­to con scam­bio e dop­pio sen­so di mar­cia.
Se ad oggi è man­ca­ta da par­te di Aferpi una valu­ta­zio­ne tec­ni­ca appro­fon­di­ta, con­tem­po­ra­nea­men­te il Comune di Piombino, abdi­can­do al ruo­lo di “padro­ne di casa” for­te di un man­da­to popo­la­re, non ha sapu­to eser­ci­ta­re un ruo­lo di cri­ti­ca e dis­sen­so, là dove appa­ri­va prio­ri­ta­ria la tute­la del ter­ri­to­rio rispet­to a paven­ta­te “neces­si­tà logi­sti­che”.
Ma se il Comune voles­se lo potreb­be anco­ra fare. L’occasione è data dal­la Valutazione Ambientale Strategica (VAS) che deve esse­re anco­ra appro­va­ta.

Leggi il resto »
Presentata come modello di efficienza e invece stava precipitando

Asiu, il brutto anatroccolo che vestirono a festa

· Inserito in Sotto la lente· 1 commento »

PIOMBINO 13 luglio 2017 — Era il novem­bre 2014 e nel pia­no indu­stria­le 2014–2018 di Asiu si pote­va leg­ge­re che l’azienda sta­va attra­ver­san­do un perio­do di for­te ten­sio­ne finan­zia­ria che veni­va sca­ri­ca­ta in lar­ga misu­ra sui for­ni­to­ri pro­vo­can­do, nel tem­po, cre­scen­ti dif­fi­col­tà ope­ra­zio­na­li. Si aggiun­ge­va anche che era ricor­ren­te il ricor­so, ove con­sen­ti­to dal­le vigen­ti nor­me di leg­ge, ad ope­ra­zio­ni di rav­ve­di­men­to ope­ro­so fisca­le (iva, eco­tas­sa, con­tri­bu­ti ecc.) che deter­mi­na­va­no comun­que un mag­gior cari­co di one­ri finan­zia­ri e san­zio­ni ammi­ni­stra­ti­ve. In altre paro­le i cre­di­to­ri pri­va­ti si paga­va­no in ritar­do e cre­di­to­ri pub­bli­ci pure, in que­sto caso pagan­do mul­te. Il rav­ve­di­men­to ope­ro­so è pro­prio que­sto. La stes­sa cosa veni­va ripe­tu­ta nel­la revi­sio­ne del 31 mar­zo 2015 del pia­no pro­po­sta all’assemblea dei soci.

Leggi il resto »
sì del cipe aL CONTRATTO ANAS con cui si vuol finanziare la strada

398: passetto avanti ma tempi più che mai biblici

PIOMBINO 8 ago­sto 2017 – Il Cipe nel­la sua ulti­ma sedu­ta di lune­dì 7 ago­sto ha dato il via libe­ra al con­trat­to di pro­gram­ma Anas-governo 2016–2020. Un prov­ve­di­men­to che era sta­to bloc­ca­to a feb­bra­io scor­so dal mini­stro Padoan e che inte­res­sa Piombino e la Val di Cornia per­ché, secon­do quan­to ci han­no rac­con­ta­to a luglio (incon­tro all’hotel Centrale) il vice­mi­ni­stro alle infra­strut­tu­re Riccardo Nencini, la sot­to­se­gre­ta­ria all’ambiente Silvia Velo, il diret­to­re del­la pro­get­ta­zio­ne Anas Stefano Liani ed il sin­da­co di Piombino Massimo Giuliani, pro­prio in quel con­trat­to è pre­vi­sto il finan­zia­men­to di 50 milio­ni di euro per la rea­liz­za­zio­ne dei sospi­ra­ti tre chi­lo­me­tri del­la stra­da 398 da Montegemoli al Gagno.

Leggi il resto »