DAI CENSIMENTI DEI SERVIZI 2001 E 2011 NEI COMUNI DELLA VAL DI CORNIA

Mi si è ristretto il pubblico e allargato il non profit

PIOMBINO 6 mag­gio 2018 —  Sec­on­do quan­to ril­e­va­to dal 9° Cen­si­men­to Istat  “Indus­tria e servizi, isti­tuzioni e non prof­it”, al 31 dicem­bre 2011 in Val di Cor­nia  era­no pre­sen­ti 7  isti­tuzioni pub­bliche (sedi cen­trali) e 330 isti­tuzioni non prof­it (sedi cen­trali), arti­co­late sul ter­ri­to­rio con 539 addet­ti le une e 361 le altre. Preval­e­vano le isti­tuzioni pub­bliche del­la ammin­is­trazione pub­bli­ca e dife­sa, assi­cu­razione sociale obbli­ga­to­ria (6) e le isti­tuzioni non prof­it che oper­a­vano nel­la cul­tura, sport e ricreazione (176).

Leg­gi il resto »
LA REGIONE HA BLOCCATO IL PROGETTO ALLA CENTRALE DI TOR DEL SALE

Stop anche all’outlet delle grandi firme

PIOMBINO 3 mag­gio 2018 — L’outlet com­mer­ciale delle gran­di firme nell’ex cen­trale Enel di Tor del Sale è sta­to bloc­ca­to dalle Regione ed il suo futuro è ormai seg­na­to.
Tut­to ha avu­to iniz­iò alla fine di aprile 2015 quan­do, a fir­ma Gui­do Fior­i­ni, il Tir­reno, che più di altri ha trat­ta­to l’argomento, dette la notizia di un prog­et­to di un out­let com­mer­ciale con la pre­sen­za di gran­di marchi nell’ex impianto Enel di Tor del Sale. Fino ad allo­ra nes­suno ne ave­va par­la­to.

Leg­gi il resto »
GLI OCCUPATI DAL 1951 AL 2011: QUANTI ERANO E DOVE LAVORAVANO

Com’era una volta il lavoro in Val di Cornia

PIOMBINO 1 mag­gio 2018 — La Val di Cor­nia ha parte­ci­pa­to al proces­so che dal 1951 ai pri­mo dieci anni del 2000 ha trasfor­ma­to l’Italia da paese agri­co­lo a paese indus­tri­ale e di servizi. Ma in quale modo ha parte­ci­pa­to a questo cam­bi­a­men­to? Ce lo dicono gli indi­ca­tori  estrat­ti dai Cen­si­men­ti del­la Popo­lazione e delle Abitazioni dal 1951 al 2011 selezionati da Istat in 8milaCensus.

Leg­gi il resto »
LA VAL DI CORNIA È LA ZONA CON LA PIÙ BASSA NATALITÀ IN TOSCANA

Educare meglio anche se i bambini sono meno

Martina Pietrelli

PIOMBINO 30 aprile 2018 — Nel 2017 in Italia sono nati 464mila bam­bi­ni, il 2% in meno rispet­to al 2016, 20mila in meno del 2015, e così via andan­do a ritroso nel tem­po fino ad arrivare al 2008, anno in cui era­no nati 577mila bam­bi­ni. Si trat­ta del­la nona dimin­uzione con­sec­u­ti­va delle nascite nel nos­tro paese, con oltre 100mila nuovi nati in meno.
Stret­to in questi anni nel cir­co­lo vizioso di crisi eco­nom­i­ca e calo demografi­co, il sis­tema educa­ti­vo nel suo com­p­lesso è uno dei campi mag­gior­mente mes­si alla pro­va da questi numeri.

Leg­gi il resto »
LA STRUTTURA DI MONTEGEMOLI, NATA IN EMERGENZA, PIACE A POCHI

Il “canile minimo” del Comune è proprio “minimo”

PIOMBINO 8 mag­gio 2018 – Tra il fan­go di questi giorni di piog­gia e sen­za che la vista ven­ga min­i­ma­mente impedi­ta dal­la veg­e­tazione che, nel­la zona, non conosce alberi, arbusti e neanche cespugli, a Mon­tege­moli si può iniziare ad osser­vare il canile del Comune di Piom­bi­no. La strut­tura non è anco­ra ulti­ma­ta e, spul­cian­do il prog­et­to, si può anche pen­sare che il cantiere non ven­ga chiu­so domani. Comunque l’essenziale è in mostra e la visione non è affat­to bel­la. Lo han­no decisa­mente evi­den­zi­a­to le asso­ci­azioni amiche dei cani, la lista civi­ca “Un’Altra Piom­bi­no”, diver­si sem­pli­ci cit­ta­di­ni che han­no a cuore le sor­ti di Fido.

Leg­gi il resto »