I CONTI IN TASCA AI DIPENDENTI ANCORA ALLA EX LUCCHINI O AD AFERPI

Cassa integrazione o solidarietà: buste paga leggère

PIOMBINO 4 apri­le 2016 — Quando anco­ra era Lucchini la pian­ta orga­ni­ca del per­so­na­le con­ta­va 2.183 addet­ti che Aferpi, secon­do l’accordo di pro­gram­ma del 30 giu­gno 2015, si è impe­gna­ta ad assu­me­re alle pro­prie dipen­den­ze entro il 6 novem­bre 2016 e a man­te­ne­re a libro paga per alme­no due anni.
Di fat­to gli accor­di tra la socie­tà alge­ri­na ed i sin­da­ca­ti han­no pre­so poi in con­si­de­ra­zio­ne 23 dipen­den­ti in meno, ovve­ro 2.160, dei qua­li, a far data dal pri­mo luglio 2015, 1080 sono pas­sa­ti alla nuo­va socie­tà.

Leggi il resto »
La Procura delega il Comando provinciale del Corpo Forestale

Partiti controlli sulla gestione dei rifiuti in Aferpi

PIOMBINO 5 apri­le 2016 — Da que­sta mat­ti­na per­so­na­le del Comando pro­vin­cia­le di Livorno del Corpo fore­sta­le del­lo Stato stan­no effet­tuan­do una serie di con­trol­li all’interno del­lo sta­bi­li­men­to Aferpi di Piombino su dispo­si­zio­ne del­la Procura di Livorno. Le inda­gi­ni riguar­da­no l’attività di gestio­ne dei rifiu­ti all’interno dell’ ex Lucchini e le atti­vi­tà per il loro smal­ti­men­to.

Leggi il resto »
APPROVATI BILANCIO 2015 E PIANO INDUSTRIALE. non poche difficoltà

Asiu, il presente con Sei e la sfida per il futuro

· Inserito in Sotto la lente· 2 commenti »
Fiorenzo Bucci

PIOMBINO 23 otto­bre 2015 – Una con­fer­ma ed una serie di novi­tà per il futu­ro. Tra l’entusiasmo del nuo­vo cor­so e le pre­oc­cu­pa­zio­ni di una situa­zio­ne eco­no­mi­ca che resta gra­ve, l’assemblea dei Comuni soci di Asiu ha discus­so del pas­sag­gio del­la rac­col­ta del­la net­tez­za urba­na al gesto­re dell’Ato sud Sei Toscana, del bilan­cio 2015 e del­le linee gui­da del pia­no indu­stria­le dell’azienda fino al 2017, anno in cui, secon­do i ver­ti­ci del­la Spa, dovreb­be esse­re recu­pe­ra­to il debi­to pre­gres­so.

Leggi il resto »
LA CORTE DEI CONTI METTE IL COMUNE ALLE STRETTE

Sessanta giorni per sanare il bilancio 2012

PIOMBINO 27 novem­bre 2014 — È un richia­mo for­te, che asso­mi­glia mol­to ad un ulti­ma­tum, quel­lo che la Corte dei Conti del­la Toscana, nel­la sua ulti­ma sedu­ta, ha indi­riz­za­to al comu­ne di Piombino riguar­do al ren­di­con­to del 2012.
L’ente loca­le è nuo­va­men­te chia­ma­to entro ses­san­ta gior­ni ad “adot­ta­re i prov­ve­di­men­ti cor­ret­ti­vi neces­sa­ri ed ido­nei a sana­re il bilan­cio e ad indi­riz­za­re lo stes­so ad una cor­ret­ta e sana gestio­ne finan­zia­ria la cui valu­ta­zio­ne sarà ogget­to di spe­ci­fi­co esa­me”.

Leggi il resto »

Un protocollo non previsto e per di più inutile

E’ spun­ta­to fuo­ri in pie­na esta­te, ne ha par­la­to a lun­go la stam­pa loca­le e infi­ne ver­rà fir­ma­to mar­te­dì 6 ago­sto il pro­to­col­lo d’intesa “sugli inter­ven­ti di infra­strut­tu­ra­zio­ne, riqua­li­fi­ca­zio­ne ambien­ta­le e rein­du­stria­liz­za­zio­ne dell’area por­tua­le di Piombino”. Per l’occasione sarà a Piombino il mini­stro del­lo svi­lup­po eco­no­mi­co Flavio Zandonato e con lui il gover­na­to­re Enrico Rossi ed il pre­si­den­te del­la Provincia Giorgio Kutufà.

Leggi il resto »