Perché è nato “Stile libero”

· Inserito in Editoriale
Redazione

Nel­la Val Cor­nia i gravis­si­mi prob­le­mi eco­nomi­ci, ambi­en­tali, ter­ri­to­ri­ali, sociali e cul­tur­ali vec­chi e nuovi han­no bisog­no, pro­prio per la loro grav­ità, di una larga dis­cus­sione e di un ampio coin­vol­gi­men­to di tut­ti col­oro che pos­sono e vogliono con­tribuire alla cresci­ta civile del­la nos­tra comu­nità. Le neces­sità di un serio risana­men­to ambi­en­tale, di una piani­fi­cazione ter­ri­to­ri­ale equi­li­bra­ta e di uno svilup­po sosteni­bile e qual­i­fi­ca­to, gli inter­rog­a­tivi e le oppor­tu­nità sus­ci­tate dall’immigrazione e l’insicurezza di una soci­età che non riesce a dare risposte adeguate né alla popo­lazione che invec­chia né alle nuove gen­er­azioni non han­no risposte auto­matiche o tradizion­ali.

 E’ pre­sente nel­la Val di Cor­nia un prob­le­ma di relazioni tra isti­tuzioni, par­ti­ti, soci­età civile e sin­goli cit­ta­di­ni. Anziché un rap­por­to flu­i­do, capace di esaltare autonomie e sus­citare energie, prevale spes­so un rap­por­to di sub­or­di­nazione che rende dif­fi­cile ani­mare il dibat­ti­to politi­co e la parte­ci­pazione alla cosa pub­bli­ca. E se i cit­ta­di­ni non sono cit­ta­di­ni ma sud­di­ti c’é pro­prio da pre­oc­cu­par­si.

 Si pos­sono avere nat­u­ral­mente idee diverse sulle soluzioni, ma esiste un pre­req­ui­si­to ine­ludi­bile che è anche la respon­s­abil­ità polit­i­ca pri­maria: creare un ambi­ente in cui la lib­era espres­sione delle dif­fer­en­ti opin­ioni ed elab­o­razioni sui prob­le­mi sia non solo accetta­ta, ma apprez­za­ta e val­oriz­za­ta. Le vie imper­vie per le pari oppor­tu­nità, per la mobil­ità sociale, per la val­oriz­zazione dei tal­en­ti esigono aperte dis­cus­sioni e con­fron­ti.

 Una soci­età arti­co­la­ta come quel­la attuale non sop­por­ta chiusure nei con­fron­ti delle moltepli­ci espres­sioni del­la polit­i­ca, del­la soci­età e dei cit­ta­di­ni. Quan­do poi si som­mano la dif­fi­coltà e la grav­ità dei prob­le­mi ogni chiusura é irre­spon­s­abile e colpev­ole.

 Il con­fron­to e’ la pre­con­dizione per affrontare ogni prob­le­ma e sopratut­to per creare quel cir­cuito tra dirit­ti dei cit­ta­di­ni e doveri ver­so la comu­nità sen­za il quale è impos­si­bile par­lare di cresci­ta delle per­sone e dei ter­ri­tori.

 La riv­ista on line “STILE LIBERO Idee dal­la Val di Cor­nia” vuole con­tribuire a pre­sentare e dibat­tere idee, anal­isi e pro­poste per affrontare i prob­le­mi aper­ti e sopratut­to garan­tire uno spazio di espres­sione a tut­ti indipen­den­te­mente dal cre­do e dal­la col­lo­cazione polit­i­ca, sen­za con­dizion­a­men­ti di sor­ta, se non quel­lo di avan­zare idee per il bene del­la Val di Cor­nia e dei suoi abi­tan­ti.

(Foto di Pino Bertel­li)

 

Commenta il post