MANCANO LE FIDEIUSSIONI PER LA GESTIONE POST MORTEM DELLA DISCARICA

Regione sospende conferimento rifiuti di RIMateria

· Inserito in News dal territorio

PIOMBINO 23 luglio 2019 — La Regione Toscana, con decre­to diri­gen­ziale 12403 del 23 luglio 2019, ha dif­fida­to RIMa­te­ria, gestore del­la dis­car­i­ca per rifiu­ti non peri­colosi di Ischia di Cro­ciano a Piom­bi­no, ad adem­piere, entro quindi­ci giorni nat­u­rali e con­sec­u­tivi,  all’obbligo di pre­sen­tazione di valide ed adeguate garanzie finanziarie a cop­er­tu­ra del­la ges­tione post oper­a­ti­va del­la dis­car­i­ca  e ha dis­pos­to con­tes­tual­mente la sospen­sione delle attiv­ità di con­fer­i­men­to di rifiu­ti pres­so la stes­sa. Decor­si i quindi­ci giorni  la sospen­sione ver­rà auto­mati­ca­mente pro­ro­ga­ta se RIMa­te­ria  non ottem­per­erà alla pre­scrizione. In questo caso inoltre la Regione si ris­er­va di pro­cedere alla revo­ca dell’autorizzazione e alla chiusura del­la dis­car­i­ca.
RIMa­te­ria  è il gestore del­la dis­car­i­ca per rifiu­ti non peri­colosi sot­to­pos­ta ad Autor­iz­zazione Inte­gra­ta Ambi­en­tale (AIA). Le prime  AIA sono del 2007 e del 2011 rilas­ci­ate dal­la Provin­cia di Livorno a favore di ASIU. L ‘ulti­ma del 12 aprile 2019, mod­i­fi­ca­ta il 19 aprile 2019, autor­iz­za RIMa­te­ria, suben­tra­ta nel 2016 ad Asiu, alla real­iz­zazione e all’esercizio del prog­et­to  denom­i­na­to: “4a Vari­ante alle Opere di Chiusura del­la dis­car­i­ca di Ischia di Cro­ciano nel Comune di Piom­bi­no”.
Per la ges­tione post-oper­a­ti­va era­no vigen­ti due polizze fideius­sorie

  • Poliz­za del 13 otto­bre 2016, emes­sa da Gen­er­ali Italia SpA, val­i­da dal 31 agos­to 2014 al 31 agos­to 2019 di impor­to pari a 3.148.161 euro.
  • Poliz­za  del 29 gen­naio 2019, emes­sa da ArgoGlob­al SE, val­i­da dal 21 agos­to 2018 al 31dicembre 2019 di impor­to pari a 388.894,96 euro.

La Regione sta­bilì che

  • entro il 30 giug­no  2019, ai fini del pros­egui­men­to dell’esercizio dell’attività, il RIMa­te­ria avrebbe dovu­to pro­rog­a­re la valid­ità del­la garanzia finanziaria presta­ta per la post-ges­tione del­la dis­car­i­ca; nel caso fos­se sta­ta  stip­u­la­ta una garanzia per la ges­tione post oper­a­ti­va avrebbe dovu­to essere sostituita/rinnovata almeno 1 anno pri­ma del­la sca­den­za del­la valid­ità.

Il 30 giug­no 2019 non risul­ta­va anco­ra acquisi­ta agli atti region­ali la doc­u­men­tazione attes­tante l’avvenuta pro­ro­ga del­la valid­ità del­la garanzia finanziaria presta­ta per la post ges­tione e per­tan­to la Regione comu­nicò a RIMa­te­ria l’avvio del pro­ced­i­men­to di dif­fi­da, intimò  di trasmet­tere, nel più breve tem­po pos­si­bile e comunque entro e non oltre quindi­ci giorni  la dovu­ta doc­u­men­tazione e seg­nalò che solo a segui­to dell’ottemperanza alla sud­det­ta pre­scrizione avrebbe potu­to pro­cedere a rilas­cia­re  il nul­la osta all’esercizio dei set­tori B e C del­la dis­car­i­ca.
Dopo uno scam­bio di comu­ni­cazioni tra Regione e RIMa­te­ria si è arrivati al 19 luglio 2019 ma niente di quan­to richiesto risul­ta­va acquisi­to agli atti region­ali. In altre parole nes­suna avvenu­ta pro­ro­ga del­la valid­ità del­la poliz­za fideius­so­ria (impor­to pari a 3.148.161 euro) per la post ges­tione, emes­sa da Gen­er­ali Italia o la pre­sen­tazione di nuo­va poliz­za, con­sid­er­a­to che la sca­den­za del­la poliz­za  emes­sa da Gen­er­ali Italia era fis­sa­ta nel  31 agos­to 2019,   men­tre la sec­on­da poliz­za (impor­to pari a 388.894,96 euro) acce­sa a inte­grazione, emes­sa da ArgoGlob­al SE,   ha sca­den­za al 31 dicem­bre 2019.

Di qui la deci­sione del­la Regione Toscana di dif­fi­dare  RIMa­te­ria, gestore del­la dis­car­i­ca per rifiu­ti non peri­colosi di Ischia di Cro­ciano a Piom­bi­no, ad adem­piere, entro quindi­ci giorni nat­u­rali e con­sec­u­tivi,  all’obbligo di pre­sen­tazione di valide ed adeguate garanzie finanziarie a cop­er­tu­ra del­la ges­tione post oper­a­ti­va del­la dis­car­i­ca  e di sospendere con­tes­tual­mente le attiv­ità di con­fer­i­men­to di rifiu­ti pres­so la stes­sa dis­car­i­ca.

Commenta il post