ELEZIONI DAL 2008 AD OGGI: I RISULTATI DELLE MAGGIORI FORZE POLITICHE

Sconfitte e vittorie che vengono da lontano

· Inserito in Sotto la lente

PIOMBINO 12 mar­zo 2018 — L’affermazione del Movi­men­to 5 Stelle e del­la Lega ed il par­al­le­lo crol­lo del Par­ti­to demo­c­ra­ti­co nel­la com­pe­tizione elet­torale del 4 mar­zo 2018 sono sta­ti ampia­mente doc­u­men­tati nei prece­den­ti arti­coli pub­bli­cati da Stile libero. Che le pro­porzioni siano del tut­to inusi­tate è già risul­ta­to evi­dente, bas­ta ricor­dare che nel con­fron­to con i risul­tati delle elezioni politiche del 2013 per la Cam­era

  • il Par­ti­to demo­c­ra­ti­co ha un arretra­men­to con­sis­tente in tut­ti i Comu­ni del­la Val di Cor­nia tale che, rispet­to alla media del­la zona pari al 12,79%, è più accen­tu­a­to a Piom­bi­no (-14,56%) e a Suvere­to (-13,38%); sot­to la media, sia pur restando   molto accen­tu­a­to, a Campiglia (-10,94%), a    Sas­set­ta (-10,44%) e a San Vin­cen­zo (-8,31%);
  • la Lega aumen­ta in Val di Cor­nia medi­a­mente del 19,87%, con aumen­ti dis­tribuiti a scalare a Campiglia (+24,32%), Suvere­to (+24,20%), Sas­set­ta (+20,10%), San Vin­cen­zo (+18,32%) e Piom­bi­no (+18,26%);
  • Forza Italia in Val di Cor­nia arretra medi­a­mente del 7,31% dis­tribuito tra il -8,59% di Sas­set­ta, il -8,51% di Campiglia, il -8,12% di San Vin­cen­zo, il -7,12% di Suvere­to e il -6,70% di Piom­bi­no;
  • il Movi­men­to 5 Stelle avan­za nel­la val­la­ta del 2,11% otte­nen­do l’incremento più con­sis­tente a Piom­bi­no (+4,03%) e a Suvere­to (+3,02) e poi a Sas­set­ta (+2,88%) ma arretran­do a Campiglia (-1,99%) e a San Vin­cen­zo (-0,21%).

Tut­to questo con una parte­ci­pazione al voto che,   dall’ 81,00% del 2013   al   78,47% del 2018, diminuisce solo del 2,53%.

La doman­da  è se questi risul­tati del 2018 sono episod­i­ci e con­giun­tu­rali, cioè rel­a­tivi ad un fenom­e­no man­i­fes­tatosi solo nel 2018, o invece cor­rispon­dono ad anda­men­ti prodot­tisi nel cor­so degli anni. Cercher­e­mo di rispon­dere Comune per Comune esam­i­nan­do i risul­tati elet­torali a par­tire dal 2008, ma anticip­i­amo che la rispos­ta sem­bra essere la sec­on­da e cioè che siamo di fronte a risul­tati frut­to di anda­men­ti pluri­en­nali.

Per una adegua­ta let­tura ricor­diamo che il Par­ti­to demo­c­ra­ti­co è sta­to fonda­to nel 2007, il Movi­men­to 5 Stelle è nato nel 2009, nelle elezioni del 2008 e del 2013 non esiste­va Forza Italia ma il Popo­lo del­la lib­ertà.

Piom­bi­no

Il Par­ti­to demo­c­ra­ti­co ha per­so dal 2008 al 2018 7.634 voti, la Lega ne ha con­quis­ta­ti 3.409, Forza Italia ne ha per­si 4.434, il Movi­men­to 5 Stelle nel 2008 non esiste­va e nel 2018 ha pre­so 5.273 voti.
I dati del­la Lega e di Forza Italia rel­a­tivi alle elezioni comu­nali del 2014 non sono scindibili e per­tan­to non sono pre­si in con­sid­er­azione per­ché si pre­sen­ta­vano uni­ti in una lista più ampia.
Ciò che è evi­den­zi­a­to dal grafi­co è che, fat­ta eccezione per le europee del 2014, il Par­ti­to demo­c­ra­ti­co è anda­to sem­pre per­den­do voti, la Lega invece li ha sem­pre acquis­ta­ti, Forza Italia e Movi­men­to 5 Stelle han­no avu­to perdite fino alle region­ali del 2015 sal­vo riac­quis­tar­li nel 2018.
Anche i dati val­u­tati in per­centuale pre­sen­tano lo stes­so anda­men­to con l’eccezione delle region­ali del 2015 anno in cui per il Par­ti­to demo­c­ra­ti­co i voti in val­ori asso­lu­ti sono calati ma in per­centuale si sono avvi­c­i­nati al val­oro delle europee dell’anno pri­ma aven­do con­tribuito l’accentuato calo dei votan­ti.
Gli elet­tori pas­sano dai  28.522 del 2008 ai  26.555 del 2018. I votan­ti  dai  24.009 (84,18%) del 2008 ai  20.467 (77,07%) del 2018 con un min­i­mo di  15.187 (54,54%) del 2015.

Campiglia

Il Par­ti­to demo­c­ra­ti­co ha per­so dal 2008 al 2018 1.997 voti, la Lega ne ha con­quis­ta­ti 1.829, Forza Italia ne ha per­si 1.928, il Movi­men­to 5 Stelle nel 2008 non esiste­va e nel 2018 ha pre­so 1.853 voti.
I dati delle elezioni comu­nali del 2014 non sono con­siderati in quan­to si pre­sen­ta­vano oltre al Movi­men­to 5 Stelle e Rifon­dazione comu­nista  alcune liste civiche.
Ciò che è evi­den­zi­a­to dal grafi­co è che fat­ta eccezione per le europee del 2014 il Par­ti­to demo­c­ra­ti­co è anda­to sem­pre per­den­do voti, la Lega invece li ha sem­pre acquis­ta­ti, Forza Italia e Movi­men­to 5 Stelle han­no avu­to perdite fino alle region­ali del 2015 sal­vo riac­quis­tar­li nel 2018.
Anche i dati val­u­tati in per­centuale pre­sen­tano un anda­men­to anal­o­go.
Gli elet­tori pas­sano dai 10.777 del 2008 ai 10.288 del 2018. I votan­ti  dai 9.182 (85,20%) del 2008 ai 8.255 (80,23%) del 2018 con un min­i­mo di 5.881 (55,18%) del 2015.

San Vin­cen­zo

Il Par­ti­to demo­c­ra­ti­co ha per­so dal 2008 al 2018 1.204 voti, la Lega ne ha con­quis­ta­ti 703, Forza Italia ne ha per­si 1.087, il Movi­men­to 5 Stelle nel 2008 non esiste­va e nel 2018 ha pre­so 966 voti.
I dati delle elezioni comu­nali del 2014 non sono con­siderati in quan­to si pre­sen­ta­vano oltre al Movi­men­to 5 Stelle alcune liste civiche.
Ciò che è evi­den­zi­a­to dal grafi­co è che fat­ta eccezione per le europee del 2014 il Par­ti­to demo­c­ra­ti­co è anda­to sem­pre per­den­do voti, la Lega invece li ha sem­pre acquis­ta­ti, Forza Italia e Movi­men­to 5 Stelle han­no avu­to perdite fino alle region­ali del 2015 sal­vo riac­quis­tar­li nel 2018.
Anche i dati val­u­tati in per­centuale pre­sen­tano un anda­men­to anal­o­go.
Gli elet­tori pas­sano dai  5.853 del 2008 ai 5.517 del 2018. I votan­ti  dai 5.066 (86,55%) del 2008 ai 4.268 (77,36%) del 2018 con un min­i­mo di  3.038 (52,66%) del 2015.

Sas­set­ta

Il Par­ti­to demo­c­ra­ti­co ha per­so dal 2008 al 2018 53 voti, la Lega ne ha con­quis­ta­ti 40, Forza Italia ne ha per­si 60, il Movi­men­to 5 Stelle nel 2008 non esiste­va e nel 2018 ha pre­so 60 voti.
I dati delle elezioni comu­nali del 2012 e del 2017 non sono con­siderati in quan­to si pre­sen­ta­vano alcune liste civiche.
Ciò che è evi­den­zi­a­to dal grafi­co è che fat­ta eccezione per le europee del 2014 il Par­ti­to demo­c­ra­ti­co è anda­to sem­pre per­den­do voti, la Lega invece li ha sem­pre acquis­ta­ti, Forza Italia e Movi­men­to 5 Stelle han­no avu­to perdite fino alle region­ali del 2015 sal­vo riac­quis­tar­li nel 2018.
Anche i dati val­u­tati in per­centuale pre­sen­tano un anda­men­to anal­o­go.
Gli elet­tori pas­sano dai  393 del 2008 ai 363 del 2018. I votan­ti  dai 331 (84,22%) del 2008 ai 268 (73,82%) del 2018 con un min­i­mo di  203 (52,31%) del 2015.

Suvere­to

Il Par­ti­to demo­c­ra­ti­co ha per­so dal 2008 al 2018 546 voti, la Lega ne ha con­quis­ta­ti 344, Forza Italia ne ha per­si 336, il Movi­men­to 5 Stelle nel 2008 non esiste­va e nel 2018 ha pre­so 461 voti.
I dati delle elezioni comu­nali del 2014  non sono con­siderati in quan­to si pre­sen­ta­vano due liste civiche.
Ciò che è evi­den­zi­a­to dal grafi­co è che fat­ta eccezione per le europee del 2014 il Par­ti­to demo­c­ra­ti­co è anda­to sem­pre per­den­do voti, la Lega invece li ha sem­pre acquis­ta­ti, Forza Italia e Movi­men­to 5 Stelle han­no avu­to perdite fino alle region­ali del 2015 sal­vo riac­quis­tar­li nel 2018.
Anche i dati val­u­tati in per­centuale pre­sen­tano un anda­men­to anal­o­go.
Gli elet­tori pas­sano dai  2.441 del 2008 ai 2.295 del 2018. I votan­ti  dai 2091 (85,66%) del 2008 ai 1.893 (82,48%) del 2018 con un min­i­mo di  1.362 (56,16%) del 2015.

I numeri, anche esam­i­nati Comune per Comune, indi­cano  anda­men­ti pluri­en­nali raf­forza­tisi nel cor­so del tem­po.

 

 

 

 

 

 

 

Commenta il post