Si è parlato di variante urbanistica, discarica e altro

· Inserito in Lettere
pervenuta in redazione

FIRENZE 16 aprile 2019 —  — Un accor­do di pro­gram­ma per una vari­ante urban­is­ti­ca che con­sen­ta di real­iz­zare un nuo­vo capan­none nel sito pro­dut­ti­vo Afer­pi a Piom­bi­no: ver­rà fat­to entro metà mag­gio, sec­on­do quan­to è usci­to dall’incontro che si è tenu­to nel tar­do pomerig­gio di ieri in Palaz­zo Strozzi Sacrati tra il pres­i­dente del­la giun­ta, l’assessore a for­mazione e lavoro, i tec­ni­ci del­la Regione, i sin­da­cati, sin­da­co e vicesin­da­co di Piom­bi­no, con­sigliere regionale di Piom­bi­no.
L’incontro era sta­to chiesto dalle orga­niz­zazioni sin­da­cali, dopo aver appre­so la notizia di un’ipotesi di inves­ti­men­to sul treno rotaie da parte del grup­po indi­ano JSW: un inves­ti­men­to fon­da­men­tale, han­no sot­to­lin­eato i sin­da­cati, per non cor­rere il ris­chio di rimanere fuori dai mer­cati.
Tre i pun­ti affrontati nell’incontro di ieri sera. Il pri­mo, appun­to, è l’accordo di pro­gram­ma, che sec­on­do il pres­i­dente va fir­ma­to in tem­pi molto rapi­di, non più tar­di di una quindic­i­na di giorni, per dare garanzie ad Afer­pi. Tra poco più di un mese anche a Piom­bi­no ci saran­no le elezioni, e spet­terà poi alla nuo­va ammin­is­trazione adottare le vari­anti pre­viste dall’accordo di pro­gram­ma.
La sec­on­da ques­tione è quel­la del­la dis­car­i­ca a fian­co dell’azienda, che, sem­pre sec­on­do il pres­i­dente e il con­sigliere regionale di Piom­bi­no, va ris­er­va­ta ai flus­si di mate­ri­ale locale nec­es­sari per il risana­men­to ambi­en­tale e il trat­ta­men­to dei residui di lavo­razione locali.
Il ter­zo tema, quel­lo delle aree asseg­nate ad Afer­pi, che sareb­bero potute tornare in disponi­bil­ità del Comune: su questo il pres­i­dente si è offer­to nel ruo­lo di “facil­i­ta­tore” ai tavoli romani, per forme di resti­tuzione al ter­ri­to­rio.
Infine, è sta­to con­corda­to un incon­tro speci­fi­co con l’assessore a lavoro e for­mazione, da fare a breve, sul tema delle attiv­ità di pub­bli­ca util­ità per il per­son­ale non uti­liz­za­to in azien­da.
Nel rispet­to del­la legge nazionale sul­la par condi­cio, che rego­la­men­ta l’attività di infor­mazione e comu­ni­cazione isti­tuzionale nel peri­o­do dei comizi elet­torali, servizi e comu­ni­cati di Toscana Notizie fino alle elezioni europee e ammin­is­tra­tive del 26 mag­gio prossi­mo saran­no redat­ti in for­ma imper­son­ale e sen­za vir­go­let­tati.

Regione Toscana — Toscana Notizie

 

Commenta il post