Si stanno raccogliendo i frutti di anni di lavoro

· Inserito in Lavoro e lavori, Lettere
pervenuta in redazione

PIOMBINO 30 agos­to 2018 — In questi giorni si stan­no rac­coglien­do i frut­ti di anni di lavoro, molte novità pas­sano in sor­di­na, ma gli sforzi e le piani­fi­cazioni stan­no dan­do impor­tan­ti e sig­ni­fica­tivi risul­tati che non pos­sono e non devono essere igno­rati.
La fir­ma di Jin­dal per l’acquisizione del­la acciaieria, l’accordo per i nuovi inves­ti­men­ti dell’agroittica, la costruzione e il varo di yacht di lus­so, lo svilup­po dell’itticoltura in mare, la ven­di­ta e la rel­a­ti­va ricon­ver­sione del­la ex cen­trale dell’Enel, la riparten­za di alcune storiche aziende del ter­ri­to­rio, gli impor­tan­ti inves­ti­men­ti del Conad e tan­ti altri prog­et­ti in essere non devono essere visti come azioni pun­tu­ali ma come azioni sis­temiche di parte­ci­pazione pub­bli­co-pri­va­ta derivan­ti da una regia uni­taria che attua una visione strate­gi­ca di gov­er­no del ter­ri­to­rio, per affi­an­care alla cul­tura dell’acciaio una sem­pre più mar­ca­ta diver­si­fi­cazione pro­dut­ti­va, nel rispet­to dell’identità e del­la vocazione del nos­tro mer­av­iglioso ter­ri­to­rio.
Il tut­to è evi­dente, purtrop­po però spes­so ci tro­vi­amo a com­bat­tere con chi vor­rebbe tut­to subito, con chi pen­sa che si ammin­istri con una bac­chet­ta mag­i­ca, che gli impren­di­tori e gli inves­ti­men­ti cadano dal cielo, ma tra ripen­sare un ter­ri­to­rio e ren­dere effet­tivi i prog­et­ti, serve dedi­zione e impeg­no che il PD e le ammin­is­trazioni stan­no attuan­do.
Sap­pi­amo che questi impor­tan­ti risu­lat­ti non bas­tano che ci sono anco­ra miglior­ie da fare, il liv­el­lo di occu­pazione non è con­sono alle nos­tre aspet­ta­tive, dob­bi­amo trovare il modo di alleg­gerire i lac­ci­uoli del­la buro­crazia, dob­bi­amo par­tire con i lavori del­la 398 e bonifi­care il nos­tro ter­reno, tutte idee già ben chiare nel­la nos­tra tes­ta che pas­so dopo pas­so sti­amo ren­den­do reali.
Si può dis­cutere su tut­to, ma l’evidenza dei fat­ti ci sta dan­do ragione.

Leonar­do Manet­ti respon­s­abile  svilup­po eco­nom­i­co Pd Val di Cor­nia Elba
Mar­cel­lo Maio respon­s­abile indus­tria Pd Val di Cor­nia Elba

Commenta il post