PERMANGONO GLI INTERROGATIvi SULLE FORME DI FINANZIAMENTO

Strada 398: mega riunione a Roma, niente di nuovo

· Inserito in News dal territorio

PIOMBINO 6 luglio 2017  – Bastasse un viag­get­to a Roma! L’ultimo, del­la lun­ga teo­ria che da mesi lastri­ca la stra­da per la Capitale di spe­ran­ze, di annun­ci e di mode­sti risul­ta­ti, ha avu­to per tema la stra­da 398. Il sin­da­co Massimo Giuliani ci infor­ma, con un comu­ni­ca­to, che, que­sta vol­ta, si è trat­ta­to di un non meglio defi­ni­to “Comitato ese­cu­ti­vo per l’accordo di pro­gram­ma”. Di fat­to, dal­le paro­le del pri­mo cit­ta­di­no, si appren­de che “L’incontro si è reso neces­sa­rio per fare un aggior­na­men­to sul pri­mo lot­to del­la stra­da sta­ta­le 398”. E in cosa è con­si­sti­to que­sto aggior­na­men­to? Microfono anco­ra a Giuliani per chia­rir­ce­lo? . “Si con­fer­ma­no — dice — il pro­get­to defi­ni­ti­vo del pri­mo lot­to del­la SS 398, il cro­no­pro­gram­ma defi­ni­to nel­la riu­nio­ne del­la con­fe­ren­za dei ser­vi­zi del­lo scor­so 28 giu­gno, e il finan­zia­men­to di 50 milio­ni neces­sa­ri alla sua rea­liz­za­zio­ne. L’inizio dei lavo­ri  è pre­vi­sto per l’autunno del 2018”.
Non vor­re­mo esse­re irri­ve­ren­ti ma que­ste noti­zie, e anzi in modo anche più det­ta­glia­to, ce le ave­va­no rac­con­ta­te appe­na il 22 giu­gno scor­so lo stes­so Giuliani, il vice­mi­ni­stro Nencini, il sot­to­se­gre­ta­rio Velo e l’ingegnere dell’Anas Liani. Forse qual­co­sa di nuo­vo nell’incontro (era­no pre­sen­ti oltre a Giuliani, il vice pre­si­den­te del­la pro­vin­cia di Livorno Bruna Geri, il pre­si­den­te del­la Regione Enrico Rossi e il suo con­si­glie­re per il lavo­ro Gianfranco Simoncini, il sot­to­se­gre­ta­rio all’ambiente Silvia Velo e rap­pre­sen­tan­ti di Invitalia, Anas, mini­ste­ro del­le infra­strut­tu­re e tra­spor­ti e mini­ste­ro del­lo svi­lup­po eco­no­mi­co) è giun­to dal secon­do lot­to per il qua­le, nel­la sua nota, il sin­da­co di Piombino così si è espres­so: “Un impe­gno da por­ta­re avan­ti, nel­le inten­zio­ni del sin­da­co, anche con il secon­do lot­to del­la SS 398”. Ci man­che­reb­be altro che, dopo­tut­to, man­cas­se anche l’impegno!
Eppure qual­co­sa di più ci si pote­va atten­de­re dall’ennesima cala­ta ver­so la Capitale. Per esem­pio ci sareb­be pia­ciu­to ascol­ta­re una vera noti­zia sul finan­zia­men­to che, se doves­se dipen­de­re dal Contratto di pro­gram­ma Anas -Governo, allo­ra biso­gna dire che i sol­di non sono anco­ra dispo­ni­bi­li per­ché quel Contratto, bloc­ca­to a feb­bra­io dal mini­ste­ro Padoan, non è sta­to anco­ra fir­ma­to. Nella con­fe­ren­za stam­pa del 22 giu­gno all’hotel Centrale lo ammi­se l’ingegner Liani e il vice­mi­ni­stro Nencini assun­se un impe­gno “poli­ti­co a supe­ra­re l’impasse. Che inve­ce anco­ra resta.
Ma, come ha rife­ri­to pochi gior­ni fa il gover­na­to­re Rossi e come emer­se in alcu­ni pas­sag­gi anche all’hotel Centrale, l’opera potreb­be esse­re finan­zia­ta da due tran­ce da 25 milio­ni cia­scu­na. In che rap­por­to sia­no que­sti due cri­te­ri per soste­ne­re il pro­get­to non si è mai capi­to e nean­che indi­ca­zio­ni con­vin­cen­ti sono venu­te fuo­ri que­sta vol­ta dall’incontro roma­no. Si dice che 25 milio­ni ven­ga­no dal soli­to Contratto di pro­gram­ma non anco­ra fir­ma­to a cui accen­na­va­mo. Ma per­ché allo­ra l’ingegner Liani mostrò a Piombino una dia­po­si­ti­va in cui tut­to il finan­zia­men­to (per esse­re pro­prio esat­ti, 49 milio­ni e spic­cio­li) veni­va rife­ri­to al Contratto Anas Governo? E gli altri 25 milio­ni? La noti­zia che soli­ta­men­te vie­ne for­ni­ta riguar­da un finan­zia­men­to dal fon­do uni­co del­la Presidenza del con­si­glio dei mini­stri che è cosa ben diver­sa dal con­trat­to più vol­te cita­to. Chissà dav­ve­ro come stia­no le cose.
Per la tesi 25+25 pare pro­pen­de­re il gover­na­to­re Rossi che, a set­te gior­ni dal­le ras­si­cu­ra­zio­ni di Nencini all’hotel Centrale, ci ha rega­la­to il dub­bio sul­la dispo­ni­bi­li­tà del­le risor­se per soste­ne­re l’opera. Forse Rossi si rife­ri­va anco­ra una vol­ta allo stop di Padoan? Vai a sape­re.
Il gover­na­to­re, pre­sen­te all’ultimo mee­ting roma­no, non ha dira­da­to la pol­ve­re che ave­va alza­to pochi gior­ni pri­ma, anzi l’ha aumen­ta­ta dato che ha cer­ti­fi­ca­to che 25 milio­ni non sono sta­ti anco­ra stan­zia­ti e che sarà por­ta­ta al Cipe di ago­sto la rela­ti­va richie­sta  e che que­sti si aggiun­go­no ai 25 già stan­zia­ti dal gover­no. Anche lui non chia­ri­sce dove e come il gover­no abbia stan­zia­to i secon­di  e anche per i pri­mi  aggiun­ge una noti­zia che già era nota. Fu det­to  nel­la con­fe­ren­za stam­pa di Piombino che la pal­la pas­se­rà al Cipe che, secon­do le ras­si­cu­ra­zio­ni, si riu­ni­rà e lavo­re­rà in pie­na esta­te. Ogni dub­bio è leci­to così come la spe­ran­za che acca­da qual­co­sa di raro.
In ogni caso al Cipe il pro­get­to dovreb­be arri­va­re con i finan­zia­men­ti dispo­ni­bi­li. Ovvero, nel caso si trat­ti dei 50 milio­ni inte­ra­men­te pre­vi­sti nel Contratto di pro­gram­ma Anas Governo, occor­re­rà che que­sto con­trat­to ven­ga nel frat­tem­po fir­ma­to e defi­ni­to e che, a sua vol­ta, esso pas­si poi dal Cipe pri­ma dell’esame del pro­get­to del pri­mo lot­to del­la 398.
L’opera che si vuo­le rea­liz­za­re pre­ve­de la costru­zio­ne di appe­na tre chi­lo­me­tri di stra­da ma per arri­va­re a per­cor­rer­la ci pare che il cam­mi­no sia deci­sa­men­te mol­to più lun­go. Vorremmo volen­tie­ri esse­re smen­ti­ti.

Commenta il post