La governance dell'accordo di programma 1

Il presidente Rossi coordina l’accordo di programma

Il presidente Rossi coordina l'accordo di programma

PIOMBINO 1 settembre 2014 – È Rossi il coordinatore sia del Comitato esecutivo sia della Cabina di regia previsti dall’accordo di programma “Per gli interventi di riqualificazione e la riconversione del Polo Industriale di Piombino”. Lo dice una decisione della Giunta regionale (per leggere clicca qui) che pone così fine ad una diatriba tanto lunga quanto inutile che ha oscurato il vero problema: la soluzione barocca che è stata data alla governance (chi fa che cosa) dello stesso accordo. Persino le organizzazioni sindacali sono entrate a suo tempo nel merito della persona che doveva, secondo loro, coordinare la cabina di regia facendo esplicitamente il nome dell’exsindaco Anselmi dimenticando che loro funzione non è quella di proporre nomi ma di sollevare problemi e possibilmente soluzioni ragionevoli.

Leggi il resto »
La governance dell'accordo di programma 2

L’assessore Chiarei rappresenta il Comune

L?assessore Chiarei rappresenta il Comune

PIOMBINO 1 settembre 2014 – E dunque è l’ assessore Chiarei che ha in mano per conto del Comune di Piombino l’attuazione degli accordi di programma riguardanti “Interventi di infrastrutturazione, riqualificazione ambientale e reindustrializzazione dell’area portuale di Piombino” del 6 agosto 2013 e “Disciplina degli interventi per la riqualificazione e la riconversione del polo industriale di Piombino” del 24 aprile 2014. Lo ha stabilito la Giunta comunale (per leggere clicca qui) motivando la scelta col fatto che l’assessore ha la delega al coordinamento intersettoriale e gruppi di lavoro evidentemente giudicata più appropriata della competenza che il sindaco si è tenuto per sé all’atto della costituzione della Giunta e cioè il coordinamento degli accordi di programma.

Leggi il resto »
MA I REVISORI DEI CONTI LA PENSANO DIVERSAMENTE

Il Patto di stabilità per il Comune non è stato violato

Il Patto di stabilità per il Comune non è stato violato

PIOMBINO 9 agosto 2014 – Nella sostanza per il Comune di Piombino la partita è chiusa. L’ente nel 2012 non ha violato il patto di stabilità come sostenuto nella relazione al consuntivo firmata dai sindaci revisori. L’assessore alle finanze Lido Francini e il responsabile del settore bilancio e finanze Nicola Monteleone lo hanno assicurato ai giornali nella conferenza stampa che hanno tenuto nella sala rossa del Comune.

Leggi il resto »
NESSUN PRONUNCIAMENTO SUI 270 MILIONI A SAT

Il Cipe decide solo sulle navi. Quante ne verranno?

· Inserito in Sotto la lente· 1 commento »
larsenale-di-messina

PIOMBINO, 2 agosto 2014 – Il Cipe ha deliberato sulla Pedemontana lombarda, sulla Milano-Serravalle, sul sistema idrico Basento-Bradano, sulla Variante di Cannitello, ma non ha speso una sola parola per l’autostrada Tirrenica. Eppure c’era da decidere sui 270 milioni che, dall’inverno scorso, la Sat ha chiesto al governo per concludere i lavori dell’autostrada Tirrenica. Un’infrastruttura che allo Stato non doveva costare un euro ma che invece, se si vuol vedere ultimata (e molti proprio non hanno questo desiderio), si devono oggi sborsare un bel po’ di milioni.

Leggi il resto »
La Corte dei conti sul rendiconto del Comune di Piombino

Nel 2012 emergono criticità o irregolarità gravi

Nel 2012 emergono criticità o irregolarità gravi

PIOMBINO 30 luglio 2014 – La Corte dei conti della Toscana si è pronunciata sul rendiconto 2012 del Comune di Piombino (per leggere clicca qui) evidenziando «criticità o irregolarità gravi, che danno luogo a specifica pronuncia di accertamento» ed il Comune dovrà adottare entro sessanta giorni le conseguenti misure correttive ai fini di un controllo ulteriore. L’adozione di specifiche pronunce di accertamento nel linguaggio burocratico della Corte dei conti avviene «nel caso di mancato rispetto degli obiettivi annuali posti dal patto di stabilità interno,

Leggi il resto »