NULLA DI FATTO NELL'INCONTRO A ROMA. Giovedì GIORNO DECISIVO

Difficoltà per l’accordo: Cevital, trattativa in salita

IMMA

ROMA 27 MAGGIO 2015 – La speranza di chiudere la trattativa e di arrivare alla firma del contratto di vendita entro la fine di maggio pare ormai saltata. E non è certo il nuovo slittamento a creare le maggiori preoccupazioni dopo l’ennesimo, odierno incontro romano tra Cevital, sindacati e componenti governative. Iniziato con un largo ritardo il confronto tra l’azienda algerina ed i sindacati non ha portato infatti a nulla di positivo.
Secondo quel che riferisce Il Tirreno nel suo sito on line, dopo il riavvicinamento della giornata di martedì, Cevital ha messo sul tavolo una controproposta.

Leggi il resto »
L'ISTRUTTORIA DELLA CORTE DEI CONTI E LA RISPOSTA DEL COMUNE

Campiglia: “grave irregolarità” nel consuntivo 2013

CORTE CONTI 11

PIOMBINO 27 maggio 2015 – “La Sezione richiede che vengano assunti provvedimenti adeguati a garantire una puntuale e affidabile rilevazione delle poste vincolate nell’ambito della gestione di cassa. In assenza di tale corretta gestione, infatti, non solo si determina una rappresentazione non veritiera delle effettive consistenze di cassa ma, soprattutto, non vengono alla luce eventuali situazioni di precarietà del bilancio quali quelle. che conseguono al ripetuto o costante utilizzo di fondi vincolati per il pagamento di spese correnti.

Leggi il resto »
IL GOVERNO HA PRESENTATO IL PIANO: GLI ENTI RIDOTTI DA 23 A 8

Autorità porti: Piombino con Livorno e Civitavecchia

Portauto

PIOMBINO 23 maggio 2015 – Sono ventitre e si chiamano Autorità portuali. Sono enti pubblici di personalità giuridica ed hanno tra gli scopi istituzionali, la gestione e l’organizzazione di beni e servizi nel rispettivo ambito portuale. Tra queste l’ Autorità portuale di Piombino e dell’Elba che comprende i porti di Piombino, Portoferraio e Rio Marina.
Secondo il Piano strategico della portualità e della logistica del governo dovrebbero diventare otto e chiamarsi Autorità di sistema portuale.

Leggi il resto »
VOTO REGIONALE: IN LIZZA NELLA CIRCOSCRIZIONE DI LIVORNO

Sette governatori e 67 candidati per il consiglio

Consiglio-regionale-rinnovati-uffici-di-presidenza-e-commissioni_articleimage

Firenze 5 maggio 2015 – Sono sette, salvo la verifica della magistratura incaricata dei controlli di legge, i candidati che si contenderanno la poltrona di governatore della Toscana nella elezione del 31 maggio (questa volta si vota in un’unica giornata dalla 7 alle 23).
In lizza sono Enrico Rossi, espresso dal Pd e dalla lista Popolo toscano, Claudio Borghi, candidato della Lega Nord e di Fratelli d’Italia, Giacomo Giannarelli, indicato dal M5S, Gianni Lamioni, sostenuto della lista Passione Toscana.

Leggi il resto »
COME SI VOTA CON LA LEGGE ELETTORALE all'esordio in TOSCANA

La novità del ballottaggio e tornano le preferenze

urna

FIRENZE 15 maggio 2015 – Per la decima volta dalla nascita della Regione nel 1970 i cittadini toscani sono chiamati a scegliere presidente e consiglieri regionali. La prima differenza che si nota nella prossima consultazione elettorale, regolata da una nuova legge, è legata alla durata di apertura dei seggi. In questa occasione si vota solo in una giornata: domenica 31 maggio dalle 7 alle 23 e lo scrutinio delle schede avrà luogo, durante la notte, non appena chiuse le operazioni di voto.

Leggi il resto »