Poggio all'Agnello: 108 residenze non più turistiche

Seconde case: si volevano scoraggiare e invece

foto poggioi
Redazione

PIOMBINO 8 dicembre 2016 – Lunedì prossimo sarà discussa dal consiglio comunale di Piombino la “Variante semplificata al Piano Strutturale d’Area e al Regolamento Urbanistico per il Complesso ricettivo di Poggio All’Agnello”. L’argomento ha già suscitato un ampio dibattito al momento dell’avvio del procedimento, ma vale la pena di far riemergere il problema che non è di poco conto. Si tratta di una variante ad personam che permetterà il cambio di destinazione d’uso da turistico a residenziale di 108 unità ricettive della residenza turistico ricettiva RTA) di Poggio all’Agnello.

Leggi il resto »
IN AUTUNNO SCATTerà LA PENSIONE PER 608 PARLAMENTARI SU 945

Non sia mai che si voti dopo il 15 settembre 2017

fotina
Fiorenzo Bucci

PIOMBINO 8 dicembre 2016 – Sarebbe uno scandalo, una vergogna, qualcosa di indigeribile e inaccettabile. Segnatevi sul calendario la data del 15 settembre 2017 e non dimenticatela. Quel giorno segna lo spartiacque tra la decenza e l’indecenza, tra il senso delle istituzioni e l’egoismo di chi indegnamente le dovrebbe rappresentare.
Nell’attuale clima preelettorale tiene banco l’argomento della data del voto, del giorno, cioè, in cui finalmente il popolo sovrano potrà tornare a scegliere.
È scontato come la gente abbia giustamente fretta di esprimersi, così come è evidente che alcuni passaggi preparatori al voto sono indispensabili per garantire al paese un minimo di tranquillità politica nel futuro.

Leggi il resto »
INGENTI SPESE INUTILMENTE SOSTENUTE PER IL CANILE

Le opposizioni chiedono le dimissioni di Chiarei

41-marco-chiarei

PIOMBINO 7 dicembre 2016 – I gruppi consiliari Ascolta Piombino Un’Altra Piombino, Movimento 5 Stelle, Rifondazione Comunista, Ferrari Sindaco-Forza Italia, cioè tutti i gruppi di opposizione nel Consiglio comunale di Piombino, hanno presentato una mozione dove chiedono le dimissioni dell’ assessore all’ ambiente Marco Chiarei. La richiesta di dimissioni scaturisce dal fatto che l’assessore ha nelle sue deleghe la gestione del canile municipale e come tale è il responsabile politico delle “ingenti spese sostenute per la ristrutturazione del canile e per la progettazioni del nuovo, alle quali si aggiungeranno quelle processuali”, e del fatto che “nessun atto è stato eseguito dal suo assessorato per favorire l’allontanamento del canile dalle abitazioni e mettere gambe a quanto previsti dalle progettazioni per il nuovo”.

Leggi il resto »
SUCCESSO DEL Sì NEI CINQUE COMUNI DELLA VAL DI CORNIA

Referendum: netta vittoria del No. Renzi si dimette

· Inserito in News dal territorio, Referendum costituzionale· Commenti disabilitati su Referendum: netta vittoria del No. Renzi si dimette
referendum_costituzionale

PIOMBINO 5 dicembre 2016 – Il popolo italiano ha scelto partecipando massicciamente (i votanti sono poco meno del 70% del corpo elettorale) al referendum sulla riforma costituzionale e rifiutando altettanto massicciamente la proposta che gli è stata proposta (in 30.107 sezioni scrutinate su 61.551 il SÌ ha ottenuto il 40,36% ed il NO il 59,64% e questa è la tendenza su cui si attesteranno con rilevante probabilità i risultati definitivi). Il fatto che ciò sia avvenuto con percentuali che ricordano quelle che permisero il mantenimento della legge sul divorzio testimonia da un lato che il popolo italiano ha capito la riforma costituzionale e l’ha bocciata e dall’altro che ha espresso un giudizio più che negativo su chi l’ha proposta e difesa.

Leggi il resto »
LO DICE IL Comitato di Sorveglianza di Lucchini

Aferpi: situazione ormai estremamente critica

acciaieria-lucchini-piombino-agf

PIOMBINO 29 novembre 2016 – Il Comitato di Sorveglianza di Lucchini SpA in Amministrazione Straordinaria, ha preso atto della Relazione Finale del 16 novembre 2016, firmata dal Commissario straordinario Piero Nardi, «sull’andamento dell’attività d’impresa della Lucchini SpA in Amministrazione Straordinaria e sull’andamento del Programma della cessione dei complessi industriali(il “Programma”) la conclusione del quale doveva avvenire entro il termine del 6.11.2016» formulando alcune pesanti osservazioni.

Leggi il resto »