NELLE CASE BOLLETTE CON UNA INSOLITA RICHIESTA

L’Asa chiede agli utenti di pagare lavori del 2008

· Inserito in Sotto la lente· 3 commenti »
L'Asa chede agli utenti di pagare lavori del 2008

PIOMBINO 9 settembre 2014 – Si può chiedere ai cittadini di pagare lavori di interesse generale effettuati da un ente della pubblica amministrazione quattro-cinque addirittura sei anni fa? Evidentemente, in questo Paese, si può. La dimostrazione ce la offre l’Asa che sta inviando nelle case degli utenti una insolita bolletta. In essa non sono contabilizzati solo i consumi dell’acqua, della gestione delle fognature e dei depuratori ma anche un “addebito diverso” legato al passato addirittura remoto.

Leggi il resto »
Gli edifici industriali non più utilizzati alla Lucchini

Demolire sarebbe una ferita non più risarcibile

· Inserito in Sotto la lente· 1 commento »
Demolire sarebbe una ferita non più risarcibile
Mauro Grassi

Era questa la suggestione che il sistema dei Parchi voleva sviluppare. Facendo del trinomio Cultura, Economia e Ambiente e delle relazioni fra questi elementi, che qui e solo qui si erano venute creando in un certo modo, l’asse portante della proposta culturale e quindi di attrazione turistica che metteva la città e l’area, forse per la prima volta, non come luogo da “passare” per andare altrove ma come luogo da “vivere e da visitare” per trovare, come in una sorta di immersione nel tempo, le origini dell’attività locale dell’oggi.

Leggi il resto »
Aspettando Godot

Dalla siderurgia all’archeologia industriale

· Inserito in Sotto la lente· 1 commento »
Dalla siderurgia all'archeologia industriale
Rossano Pazzagli

PIOMBINO 9 settembre 2014 – Piombino è rimasta a lungo una città-fabbrica senza mai riuscire a diventare una bella città industriale, in grado di trasformare la ingombrante e decisiva presenza siderurgica in un patrimonio rilevante non solo dal punto di vista economico, ma anche sul piano culturale, sociale e turistico. Forse questa sfida perduta può essere rilanciata ora che la siderurgia sta volgendo verso un amaro tramonto. Del resto spesso ci si accorge dell’effettiva importanza delle cose quando queste vanno in crisi o non ci sono più.

Leggi il resto »
ancora senza lavoro sopratutto le donne

A marzo aumenta ancora la disoccupazione

DSC_7606
Niccolò Pini

Nel I° trimestre 2014 prosegue il trend di aumento degli iscritti alle liste di disoccupazione nella provincia di Livorno e nel Centro per l’Impiego di Piombino (Val di Cornia) raggiungendo la cifra di 9.924 iscrizioni.
L’aumento è del +1,3% rispetto al numero degli iscritti del 31.12.2013 e del +10,8% rispetto allo stesso periodo del 2013, gli iscritti di sesso femminile sono 6.092 più di 1/3 rispetto agli uomini, ma con un trend di crescita leggermente inferiore (+1,1% rispetto +1,8% nel primo trimestre).

Leggi il resto »
Dopo la chiusura di altoforno e acciaieria

Un parco di archeologia industriale nella Lucchini

7 fotografico copia
Paolo Benesperi e Massimo Zucconi

PIOMBINO 1 settembre 2014 – Con la chiusura dell’altoforno e dell’acciaieria a Piombino è cessata la produzione di acciaio secondo il modello del ciclo integrale, un processo produttivo rigido che una volta avviato, salvo manutenzioni, non poteva più fermarsi. Ed invece si è fermato, causando la più grave crisi economica della Val di Cornia dal dopoguerra ad oggi.
È possibile pensare che quegli impianti ormai dismessi spariscano, magari perché venduti, e diventino solo l’oggetto di un qualche romanzo, per quanto pregevole, così come lo sono diventati quelli di Bagnoli protagonisti, insieme all’operaio dell’Ilva-Italsider Vincenzo Buonocore, de “La dismissione” di Ermanno Rea?

Leggi il resto »