Archivio ‘Lavoro e lavori’

Si ricomincia col metodo delle narrazioni felici

02.25.2018 · Inserito in Lavoro e lavori, Teoria e pratica

PIOMBINO 25 febbraio 2018 – Il ministro Carlo Calenda era stato assolutamente chiaro. Più e più volte aveva ripetuto: «...ammesso e non concesso che vada tutto bene, perché è una roba tra le parti, Jindal dovrà presentare il suo piano industriale che il sindacato esaminerà e esprimerà le proprie valutazioni...». E dunque calma e gesso, niente ...

Nazionalizzazione Aferpi nemmeno a parlarne

02.24.2018 · Inserito in Lavoro e lavori, Spazio aperto

PIOMBINO 24 feb­braio 2018 — Abbi­amo det­to chiara­mente fin da subito che qual­si­asi for­ma di entu­si­as­mo per un nuo­vo cor­so del­la vicen­da Afer­pi sia pre­maturo e fuor­viante, con o sen­za fir­ma di un “pre accor­do”, che non è un atto di ces­sione defin­i­ti­va, tan­to meno un con­cre­to prog­et­to indus­tri­ale. Purtrop­po, nel peri­o­do elet­torale ven­gono dette ...

Il Pd va al Phalesia, Calenda non va in consiglio

02.24.2018 · Inserito in È accaduto, Lavoro e lavori

PIOMBINO 24 febbraio 2018 - Il Partito Democratico si dovrebbe solo vergognare. Ieri mattina, dopo le entusiastiche notizie sulla cessione di Aferpi da Cevital a JSW  miracolosamente effettuatasi a dieci giorni dalle elezioni e, ancor più miracolosamente, il giorno prima di un’iniziativa di campagna elettorale del PD alla presenza di Carlo Calenda, il capogruppo di ...

Tra poco le elezioni: meglio qualcosa purché sia

02.23.2018 · Inserito in Lavoro e lavori, Teoria e pratica

PIOMBINO 23 febbraio 2018 - Dopo il completo fallimento del piano Aferpi (siderurgia, porto a agroindustria) e  dopo mesi di indiscrezioni su trattative tra Issad Rebrab e altre società interessate a proseguire l’attività siderurgica a Piombino,  a pochi giorni dalle elezioni arriva la notizia secondo la quale Rebrab avrebbe raggiunto  un accordo con il gruppo ...

Jindal non firma, necessari altri approfondimenti

02.23.2018 · Inserito in Lavoro e lavori, News dal territorio

PIOMBINO 24 febbraio 2018 — Appena sceso dall’auto Carlo Calenda è stato circondato da un gruppo di operai della ex Lucchini e dell’indotto con i quali il ministro dello sviluppo economico ha subito accettato di confrontarsi. E sono state comprensibilmente incalzanti le domande soprattutto del sindacalista Paolo Francini. Del resto le questione sul tappeto e ...