Archivio ‘Teoria e pratica’

Si ricomincia col metodo delle narrazioni felici

02.25.2018 · Inserito in Lavoro e lavori, Teoria e pratica

PIOMBINO 25 febbraio 2018 – Il ministro Carlo Calenda era stato assolutamente chiaro. Più e più volte aveva ripetuto: «...ammesso e non concesso che vada tutto bene, perché è una roba tra le parti, Jindal dovrà presentare il suo piano industriale che il sindacato esaminerà e esprimerà le proprie valutazioni...». E dunque calma e gesso, niente ...

Tra poco le elezioni: meglio qualcosa purché sia

02.23.2018 · Inserito in Lavoro e lavori, Teoria e pratica

PIOMBINO 23 febbraio 2018 - Dopo il completo fallimento del piano Aferpi (siderurgia, porto a agroindustria) e  dopo mesi di indiscrezioni su trattative tra Issad Rebrab e altre società interessate a proseguire l’attività siderurgica a Piombino,  a pochi giorni dalle elezioni arriva la notizia secondo la quale Rebrab avrebbe raggiunto  un accordo con il gruppo ...

Calenda parta dalle responsabilità e cambi registro

02.20.2018 · Inserito in Lavoro e lavori, Teoria e pratica

PIOMBINO 20 febbraio 2018 - A breve arriverà il ministro Calenda a Piombino; speriamo che porti notizie buone e concrete, non solo promesse utili fino al 5 marzo. D’altra parte siamo abituati a questi metodi, passando da un’elezione all’altra senza che arrivino soluzioni. Preoccupa sentirlo esprimere in merito alla vertenza Embraco, accusando la multinazionale di ...

Molti problemi nel servizio scuolabus a Campiglia

02.20.2018 · Inserito in Teoria e pratica

PIOMBINO 20 febbraio 2018 - Ieri mattina i lavoratori e le lavoratrici in appalto del servizio scuolabus nei Comuni di Campiglia Marittima e Suvereto hanno manifestato davanti al Comune di Campiglia. Da alcuni giorni l'Unione Sindacale di Base ha proclamato lo stato di agitazione sindacale e il presidio è stata la prima protesta messa in ...

SEI sceglie “cassonetti intelligenti”: scelta superata

02.13.2018 · Inserito in Teoria e pratica

PIOMBINO 13 febbraio 2018 - La scelta di Sei Toscana, gestore dei rifiuti solidi urbani dell’ Ato sud (che comprende Castagneto Carducci e le province di Grosseto, Siena e Arezzo), annunciata dai telegiornali regionali, è anacronistica e penalizzante per i cittadini utenti di questo Ato. È infatti ormai dimostrato da esperienze pluriennali (anche in Toscana) ...