PRESIDENTE CORSINI E SINDACO GIULIANI, INCONTRO CON SCARSO PROFITTO

Il traffico Moby se n’è andato e soli ci ha lasciato

PIOMBINO 8 set­tem­bre 2018 — Evi­den­te­mente tut­ti gli sforzi pre­an­nun­ciati dal sin­da­co di Piom­bi­no, Mas­si­mo Giu­liani,  per far rimanere il traf­fi­co ro-ro del­la Moby a Piom­bi­no, ad oggi sono risul­tati vani. Il sin­da­co, dopo che il 29 agos­to era sta­to por­ta­to all’attenzione dell’opinione pub­bli­ca da  Sab­ri­na Nigro per la seg­rete­ria provin­ciale Ugl (In crisi l’industria e il com­mer­cio, ora anche il por­to) lo sposta­men­to del traf­fi­co Moby da Piom­bi­no a Livorno, ave­va tuona­to.

Leg­gi il resto »
I TRAFFICI MERCI PER LA SARDEGNA PASSANO DA PIOMBINO A LIVORNO

Il porto di Piombino si impoverisce in un colpo solo

PIOMBINO 6 set­tem­bre 2018– Cosa sig­nifi­ca il trasfer­i­men­to dei traf­fi­ci mer­ci del­la Moby da Piom­bi­no a Livorno lo dicono i numeri più che le dichiarazioni. Anticip­i­amo che si trat­ta del qua­si totale azzera­men­to del tipo di traf­fi­ci che  era­no cresciu­ti, diven­tan­do mag­gior­i­tari, con­trari­a­mente agli altri che era­no dimi­nu­iti, diven­tan­do minori­tari.
I traf­fi­ci Moby per la Sardeg­na sono clas­si­fi­ca­bili come ro-ro.

Leg­gi il resto »
INUTILIZZATI 11 ETTARI VENDUTI DAL COMUNE ALL' AUTORITA' PORTUALE

Montegemoli: soldi e terreni gettati al vento

PIOMBINO 4 set­tem­bre 2018 – Il pro­gram­ma tri­en­nale delle opere pub­bliche 2018/2020 dell’Autorità di Sis­temaPor­tuale del Mar Tir­reno Set­ten­tri­onale prevede una spe­sa di 500milaeuro nel 2020 per l’urbanizzazione delle aree di Mon­tege­moli a Piom­bi­no. Non è chiaro se si trat­ta del cos­to com­p­lessi­vo dell’opera, del­la sua prog­et­tazione o solo di uno stral­cio.

Leg­gi il resto »
DEMOLIZIONE VECCHI IMPIANTI "NON SI SA BENE PERCHE' E PER CHE COSA"

Dismissioni per un progetto di ricostruzione urbana

Massimo Zucconi

PIOMBINO 31 agos­to 2018 — Il peri­co­lo più grande per il nos­tro futuro è la resisten­za pas­si­va. La crisi dell’acciaio ha orig­i­ni lon­tane, almeno dal­la metà degli anni 80. La crisi eco­nom­i­ca del 2008 ha accen­tu­a­to le crit­ic­ità pro­dut­tive e por­ta­to al fal­li­men­to la soci­età Luc­chi­ni, ammes­sa dal Gov­er­no all’ Ammin­is­trazione Stra­or­di­nar­ia nel 2012 con l’obiettivo di trovare nuovi acquiren­ti, dopo che tra il 2008 e il 2012 era­no sta­ti bru­ciati cir­ca 900 mil­ioni di euro ad un rit­mo di 18 mil­ioni al mese. Dal 2014 Piom­bi­no non cola più acciaio.

Leg­gi il resto »
BOCCIATI I DUE ORDINI DEL GIORNO PRESENTATI DA TUTTE LE OPPOSIZIONI

Il PD nega il referendum su RiMateria

PIOMBINO 30 agos­to 2018 — Ques­ta mat­ti­na il Con­siglio comu­nale di Piom­bi­no ha respin­to, con il voto del­la mag­gio­ran­za (Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co, il con­sigliere Mar­co Mosci capogrup­po di Sin­is­tra per Piom­bi­no si è astenu­to), i due ordi­ni del giorno che pro­ponevano di indire un  ref­er­en­dum con­sul­ti­vo sul prog­et­to RiMa­te­ria.
I due ordi­ni del giorno era­no sta­ti pre­sen­tati dalle forze di oppo­sizione (Fer­rari Sin­da­co, Ascol­ta Piom­bi­no, Rifon­dazione Comu­nista, Movi­men­to 5 Stelle, Un’Altra Piom­bi­no).

Leg­gi il resto »