Bocciata la centrale a biomasse di Suvereto

· Inserito in News dal territorio

Il prog­et­to del­la cen­trale a bio­masse di Suvere­to è sta­to respin­to dal­la  Con­feren­za dei servizi apposi­ta­mente con­vo­ca­ta dal­la Provin­cia di Livorno. I motivi atten­gono a tre prob­le­mi irrisolti: acqua, trasporti e non aderen­za del prog­et­to all’alta qual­ità agri­co­la del­la zona. E’ vero che la Soci­età SuvEn­er­gy che ha pre­sen­ta­to il prog­et­to può anco­ra inviare le pro­prie osser­vazioni entro il 19 Otto­bre e che dunque il diniego non è anco­ra defin­i­ti­vo ma cer­ta­mente le moti­vazioni inve­stono alla radice le fon­da­men­ta del­la pro­pos­ta defini­ta dal­lo stes­so Sin­da­co Pioli “…un prog­et­to solo spec­u­la­ti­vo che potrebbe portare dan­ni al ter­ri­to­rio.…”.
La deci­sione del­la Con­feren­za dei servizi è arriva­ta dopo un’ampia dis­cus­sione che ave­va investi­to isti­tuzioni, asso­ci­azioni e cit­ta­di­ni che,  alla fine pres­soché unanime­mente, si era­no dichiarati con­trari alla cen­trale a bio­masse con­sid­er­a­ta “…un inter­ven­to ester­no inadegua­to e cala­to dall’alto.. “ tale da rompere il frag­ile equi­lib­rio di uno tra i Borghi più Bel­li d’Italia,  insigni­to del­la Bandiera aran­cione del Tour­ing Club e reso mem­bro delle asso­ci­azioni Cit­tà Slow, Cit­tà del Vino e Cit­tà dell’Olio.

Commenta il post