Caramassi fino a settembre senza emolumento

· Inserito in Lettere
pervenuta in redazione

PIOMBINO 12 agos­to 2018 — Oggi si è tenu­ta l’assemblea dei soci di Asiu e poi di RiMa­te­ria. il Pres­i­dente di RiMa­te­ria ha infor­ma­to i soci di Asiu (in liq­uidazione) che, come più volte antic­i­pa­to con la sua entra­ta in qui­escen­za prev­i­den­ziale, intende rasseg­nare le pro­prie dimis­sioni dal­la car­i­ca di pres­i­dente del con­siglio di ammin­is­trazione di RiMa­te­ria.
I soci di Asiu pre­sen­ti all’assemblea (Cam­beri­ni per il Comune di Piom­bi­no, Sof­frit­ti per Campiglia, Ban­di­ni per San Vin­cen­zo e Par­o­di per Suvere­to) gli han­no rin­no­va­to la fidu­cia e for­mu­la­to un ringrazi­a­men­to per quan­to svolto in questo dif­fi­cile peri­o­do ed han­no osser­va­to che per indi­vid­uare una can­di­datu­ra che pos­sa essere nel con­tem­po autorev­ole e com­pe­tente, ma anche forte­mente lega­ta al prog­et­to neces­si­tano di mag­giore tem­po.
Infat­ti, ad oggi, tali ricerche non sono appro­date a risul­tati prat­i­ca­bili, anche alla luce delle diverse ques­tioni aperte tra cui la dife­sa del­la soci­età da accuse che ad oggi con­tin­u­ano ad apparire come des­ti­tu­ite da ogni fon­da­men­to, dal com­ple­ta­men­to del­la pro­ce­du­ra di ven­di­ta dei due lot­ti di parte­ci­pazioni, il cui esi­to è essen­ziale per la pos­i­ti­va con­clu­sione del­la liq­uidazione di Asiu, ed infine dal per­cor­so autor­iz­za­ti­vo dei nuovi impianti recen­te­mente intrapre­so.
Alla luce di  queste con­sid­er­azioni l’assemblea dei soci di Asiu (e poi di RiMa­te­ria) alla una­nim­ità  ha chiesto a Vale­rio Cara­mas­si di vol­er soprassedere, per il momen­to, alla deci­sione delle sue dimis­sioni.
Il Pres­i­dente Cara­mas­si dopo aver ringrazi­a­to i soci di Asiu e il socio di mag­gio­ran­za di RiMa­te­ria ha con­fer­ma­to tut­tavia, in modo irrev­o­ca­bile, le pro­prie dimis­sioni e, esclu­si­va­mente per sen­so di respon­s­abil­ità, ha infor­ma­to del­la sua disponi­bil­ità a darne effi­ca­cia al momen­to del­la sua sos­ti­tuzione, pre­cisan­do però quan­to segue:

  1. che pur aven­do ver­i­fi­ca­to la for­male con­trad­dit­to­ri­età delle cause per la sua ces­sazione obbli­ga­to­ria dal­la car­i­ca e visti i prece­den­ti che han­no riguarda­to Asiu, non intende   pros­eguire oltre la sua col­lab­o­razione, fat­ta sal­vo l’intenzione di non gener­are dan­ni alla azien­da per la quale in questi anni ha spe­so le sue energie;
  2. che da oggi egli ces­sa ogni attiv­ità di ges­tione oper­a­ti­va ed ordi­nar­ia.

In mer­i­to però ha tran­quil­liz­za­to i soci che:

  • la strut­tura tec­ni­ca che ha già com­pi­ti, fun­zioni e poteri attribuiti, è e sarà resa con­sapev­ole del­la neces­sità di garan­tire il mas­si­mo tem­p­is­mo e pre­ci­sione nel portare avan­ti le azioni in cor­so;
  • che su sua pro­pos­ta il cda provved­erà quan­to pri­ma ad inte­grare i poteri di fir­ma al diret­tore Chi­ti e alla dott.ssa Car­nesec­chi in modo che una parte ril­e­vante del­la oper­a­tiv­ità ammin­is­tra­ti­va pos­sa essere svol­ta dal­la strut­tura stes­sa che ha dimostra­to com­pe­ten­za nel­la ges­tione di fasi, anco­ra in cor­so, assai com­p­lesse;
  • che intende comunque dare effi­ca­cia alle pro­prie dimis­sioni al più tar­di al com­ple­ta­men­to del­la pro­ce­du­ra per la ces­sione del pri­mo lot­to e comunque non oltre il 30.9.2018.

I soci di Asiu e di RiMa­te­ria, pren­den­do atto di quan­to dichiara­to dal Pres­i­dente, lo han­no ringrazi­a­to per quan­to fino ad oggi fat­to per l’azienda e per la sen­si­bil­ità dimostra­ta anche in ques­ta occa­sione; lo han­no invi­ta­to ad occu­par­si del­la con­clu­sione del pro­ced­i­men­to di ven­di­ta del pri­mo lot­to di azioni e di far avan­zare in modo rapi­do anche la pro­ce­du­ra per la ven­di­ta del sec­on­do lot­to entram­bi essen­ziali per la cor­ret­ta ed ordi­na­ta liq­uidazione stes­sa di Asiu. Han­no infine con­fer­ma­to che stan­no pros­eguen­do gli sforzi per la ricer­ca di una per­sona dalle com­pe­ten­ze pro­fes­sion­ali adeguate alla com­p­lessità del­la situ­azione di RiMa­te­ria e s sono impeg­nati al che il nuo­vo Pres­i­dente pos­sa essere elet­to con­tes­tual­mente al clos­ing del­la ven­di­ta del pri­mo lot­to pre­vista per la fine del mese di set­tem­bre.

RiMa­te­ria

Commenta il post