Contributi regionali ai lavoratori in solidarietà

· Inserito in I numeri, Lavoro e lavori

PIOMBINO 12 novem­bre 2017 — La Regione Toscana garan­tisce da anni un’integrazione eco­nom­i­ca ai lavo­ra­tori inter­es­sati dai con­trat­ti di sol­i­da­ri­età di tipo difen­si­vo che può vari­are per i dipen­den­ti delle imp­rese non arti­giane dal 15% al 45% e per i dipen­den­ti delle imp­rese arti­giane dal 7,5% al 45% del trat­ta­men­to per­so.
L’ultima deci­sione ha riguarda­to i dipen­den­ti di Piom­bi­no logis­tics con un inter­ven­to di 131.341 euro che copre il peri­o­do com­pre­so tra il 1° feb­braio 2017 e il 30 giug­no 2017 e quel­li di Afer­pi con un inter­ven­to di 540.055 euro che copre il peri­o­do com­pre­so tra il 1° mag­gio 2017 ed il 30 giug­no 2017.
I con­tribu­ti ero­gati dal­la Regione Toscana dal 2012 ad oggi, a parte due pic­cole somme che han­no imter­es­sato i dipen­den­ti del­la Soci­età logis­ti­ca piom­bi­nese (10.558 euro) e la Soci­età mezzi por­tu­ali Piom­bi­no (13.547 euro), si sono river­sa­ti sui lavo­ra­tori di Arcelor­Mit­tal, Luc­chi­ni in ammin­is­trazione stra­or­di­nar­ia, Luc­chi­ni servizi in ammin­is­trazione stra­or­di­nar­ia, Afer­pi e Piom­bi­no logis­tics sec­on­do la seguente tabel­la:

Commenta il post