DATI E FATTI DEL TERZO TRIMESTRE 2018 RIPORTATI DAL COMMISSARIO NARDI

Così vanno le cose in Aferpi e Piombino Logistics

· Inserito in News dal territorio

PIOMBINO  14 gen­naio 2019Piero Nar­di,  Com­mis­sario di LUCCHINI in Ammin­is­trazione Stra­or­di­nar­ia, ha deposi­ta­to il 29 novem­bre 2018 la Quar­ta Relazione Peri­od­i­ca dopo che il giorno pri­ma ne ha pre­so visione il Comi­ta­to di Sorveg­lian­za cos­ti­tu­ito da Isabel­la Fla­jban, Mar­co Cal­abrò e Luca Fer­rari. Il Com­mis­sario sta eserci­tan­do ed eserciterà per un peri­o­do di due anni  il con­trol­lo sug­li obb­lighi assun­ti da JSW all’atto dell’acquisizione delle parte­ci­pazioni in Afer­pi e Piom­bi­no Logis­tics (PL) ed in par­ti­co­lare sug­li impeg­ni di

  1. svol­gere l’attività azien­dale sec­on­do le pre­vi­sioni del Piano indus­tri­ale (il Piano Indus­tri­ale è indi­ca­to come alle­ga­to “B” nell’Accordo di Pro­gram­ma fir­ma­to il 24 luglio 2018 ma non è mai sta­to reso pub­bli­co, ndr) per un peri­o­do di due anni a par­tire dal trasfer­i­men­to delle azioni, avvenu­to il 24 luglio 2018;
  2. man­tenere i liv­el­li occu­pazion­ali, come pre­vis­to nel Piano indus­tri­ale, per un peri­o­do di due anni dal trasfer­i­men­to delle azioni, a con­dizione che per l’intera dura­ta del pre­det­to peri­o­do Afer­pi e PL pos­sano usufruire di mis­ure di ammor­tiz­za­tori sociali sim­i­lari a quel­li attual­mente uti­liz­za­ti e che qualo­ra tali mis­ure non fos­sero disponi­bili per Afer­pi e PL, le due soci­età non sareb­bero tenute a man­tenere i liv­el­li occu­pazion­ali attuali.

Da aggiun­gere che il man­ca­to rispet­to degli impeg­ni di cui sopra non cos­ti­tu­isce vio­lazione del con­trat­to qualo­ra venisse vio­la­to anche uno solo degli impeg­ni assun­ti dalle isti­tuzioni pub­bliche nell’ Accor­do di Pro­gram­ma.

(Il ver­bale d’incontro siglato il 12 giug­no 2018 tra JSW Italy, Fim, Fiom  Uilm e Uglm affer­ma: «JSW Steel Italy srl si impeg­na affinché le soci­età, ogget­to del con­trat­to di acquis­to delle quote azionar­ie, man­ter­ran­no gli attuali liv­el­li occu­pazion­ali, evi­den­zian­do che gli stes­si saran­no man­tenu­ti a con­dizione dell’effettiva disponi­bil­ità degli stru­men­ti di inte­grazione salar­i­ale richi­esti e che il per­son­ale sarà imp­ie­ga­to come illus­tra­to nel­la pre­sen­tazione del busi­ness plan; JSW Steel Italy srl si impeg­na affinché le soci­età così con­trol­late stip­uli­no con le OO.SS. Ter­ri­to­ri­ali, in un otti­ca di mas­si­ma disponi­bil­ità e dial­o­go con­tin­uo, accor­di azien­dali final­iz­za­ti alla richi­es­ta del tipo di ammor­tiz­za­tore sociale più ido­neo in base alle esi­gen­ze azien­dali ed in con­for­mità con la nor­ma­ti­va vigente». Il JSW Steel Italy srl PIOMBINOBUSINESS PLAN Infor­mazioni per le OO.SS pre­sen­ta­to il 6 giug­no 2018 prevede­va a par­tire da novem­bre per 12 mesi una Cas­sa Inte­grazione Guadag­ni Spe­ciale (Cigs) in dero­ga apposi­ta­mente finanzi­a­ta per le aree di crisi com­p­lessa e poi suc­ces­si­va­mente ai 12 mesi di Cigs in dero­ga, “la ripresa  del rego­lare per­cor­so pre­vis­to dal­la nor­ma­ti­va in essere, che con­sente una ulte­ri­ore cop­er­tu­ra di 14 mesi (cir­ca), arrivan­do quin­di al 31 gen­naio 2021. Giun­ti a quel pun­to rimar­reb­bero 4 mesi di man­ca­ta cop­er­tu­ra, in atte­sa di “lib­er­are” ulte­ri­ori 12 mesi di ammor­tiz­za­tore sociale seguen­do la rego­la del quin­quen­nio mobile. Andrà trova­ta una soluzione per quei 4 mesi per arrivare ad una cop­er­tu­ra sino a tut­ta la metà del 2022”, ndr)

La Quar­ta Relazione con­tiene il rias­sun­to del­la relazione del 3° trimestre 2018 invi­a­ta al Com­mis­sario da Afer­pi il 10 otto­bre 2018.
Ne ripor­ti­amo alcu­ni para­grafi:

Gov­er­nance
Il 24 luglio 2018 il nuo­vo azion­ista JSW Steel Italy S.r.l. — Uni­co per Afer­pi e Piom­bi­no Logis­tics (PL), di mag­gio­ran­za per GSI — ha nom­i­na­to il nuo­vo Con­siglio di Ammin­is­trazione e i com­po­nen­ti del Col­le­gio Sin­da­cale Afer­pi, PL e GSI nelle per­sone di Faus­to Azzi, Pres­i­dente, Seer­a­pu Lakhs­mi Vara Prasad Red­dy e Dhak­shanamoor­thy Ravin­chan­dar, Con­siglieri; Ste­fano Car­ta, Pres­i­dente, Mar­co Lom­bar­di e Gia­co­mo Ian­nel­li quali com­po­nen­ti del Col­le­gio Sin­da­cale per Afer­pi, Pl e GSI.
Il 14 set­tem­bre è sta­ta cedu­ta una parte­ci­pazione azionar­ia pari allo 0,1% da parte di JSW Steel Italy in favore del­la hold­ing JSW Steel Ltd, sia per Afer­pi che per GSI al fine di con­sen­tire di ottenere la patron­age dal­la Capogrup­po Indi­ana per l’ottenimento dei finanzi­a­men­ti ban­cari a sup­por­to del­la ges­tione.

Finanzi­a­men­to attiv­ità
Il Grup­po ha ottenu­to linee di cred­i­to per 52,5 mil€ e sono in cor­so le pro­ce­dure per il rilas­cio di ulte­ri­ori 45 mil€.
Tut­ti i finanzi­a­men­ti ottenu­ti e otte­nen­di sono con­trog­a­ran­ti­ti da Let­tere di Patron­age impeg­na­tive rilas­ci­ate e in cor­so di rilas­cio dal­la capogrup­po Indi­ana JSW Steel Ltd.

Risorse umane
I liv­el­li occu­pazion­ali reg­is­trati e pre­visti sono i seguen­ti:
FTE (forza media occu­pa­ta): nel Busi­ness Plan 2018 era­no pre­viste in media 435 unità in Afer­pi; il con­sun­ti­vo è sta­to di una media di 409 unità ad agos­to e 530 a set­tem­bre; gli obi­et­tivi di ottobre/dicembre sono di 520 unità. A ques­ta occu­pazione occorre aggiun­gere in PL e GSI oltre 100 per­sone al mese.

Dati di Busi­ness
In ordine alla for­ni­tu­ra di semi­la­vo­rati:

  • il totale dei Blu­mi con­seg­nati ammon­ta a 37mila ton­nel­late; quel­li in arri­vo a 16mila ton­nel­late;
  • il totale delle Bil­lette in arri­vo ammon­ta a 20mila ton­nel­late; arri­vo pre­vis­to nel­la pri­ma metà di novem­bre;
  • in GSI le barre car­i­cate per la pro­duzione (peri­o­do 24/07–30/09) sono state 5.470 ton­nel­late; ad oggi sono state ordi­nate per i prossi­mi mesi barre pari a 9.200 ton­nel­late cir­ca.

Pro­duzione
La pro­duzione di rotaie dal 24 luglio al 7 otto­bre è sta­ta pari a 25mila ton­nel­late; il treno di lam­i­nazione per le rotaie è sta­to riavvi­a­to il 29 agos­to 2018.
GSI ha real­iz­za­to una pro­duzione di sfere pari a 5.297 ton­nel­late nel peri­o­do dal 24 luglio al 30 set­tem­bre.
Afer­pi ha fat­tura­to cir­ca 10mila ton­nel­late di rotaie dal 24 luglio; il portafoglio ordi­ni ammon­ta a cir­ca 56mila ton­nel­late.

Accor­do di pro­gram­ma
In ambito di Mes­sa In Sicurez­za Oper­a­ti­va (MISO) è sta­to avvi­a­to l’iter per l’aggiornamento dell’ Anal­isi di Ris­chio, este­sa su tut­to il sito (una Con­feren­za di Servizi istrut­to­ria è sta­ta indet­ta dal Min­is­tero per il  21 gen­naio 2019 per com­in­cia­re l’esame del doc­u­men­to, prodot­to da Afer­pi, rel­a­ti­vo a “Mis­ure di pre­ven­zione in atto e inte­grazione dell’Analisi di ris­chio rel­a­ti­va allo sce­nario attuale”, ndr); avrà altresì inizio, dopo l’approvazione di det­to aggior­na­men­to, la Fase 0 rel­a­ti­va­mente alla rimozione dei cumuli.
In mate­ria di Autor­iz­zazione Inte­gra­ta Ambi­en­tale gli Enti com­pe­ten­ti stan­no ulti­man­do la pre­dis­po­sizione del­la doc­u­men­tazione per la “Mod­i­fi­ca non sostanziale”; è sta­ta altresì comu­ni­ca­ta la “Vari­azione del gestore”.
Infine sul tema “Dis­mis­sioni” delle aree non oper­a­tive:

  • sono state tem­pes­ti­va­mente deposi­tate le “Linee Gui­da”;
  • sono state avvi­ate le prime attiv­ità per l’organizzazione del­la strut­tura che avrà il com­pi­to di prog­ettare e con­trol­lare le attiv­ità di sman­tel­la­men­to.

Real Estate 
Afer­pi sta pros­eguen­do le sue attiv­ità istrut­to­rie per ottenere il rilas­cio, da parte dell’Agenzia del Demanio, del­la pro­ro­ga trenten­nale del­la con­ces­sione vigente sulle aree di demanio di Bonifi­ca, richieden­do altresì un con­sis­tente scon­to sul canone com­p­lessi­vo pre­vis­to, almeno applic­a­bile nell’attuale fase di start-up.
Pari­men­ti PL sta pros­eguen­do le sue attiv­ità istrut­to­rie per ottenere il rilas­cio, da parte dell’ Autorità di Sis­tema Por­tuale del Mar Tir­reno Set­ten­tri­onale, del­la con­ces­sione trenten­nale sulle aree di demanio marit­ti­mo, richieden­do altresì un con­sis­tente scon­to sul canone com­p­lessi­vo pre­vis­to, almeno applic­a­bile nell’attuale fase di start-up.

(In realtà nell’Accordo di Pro­gram­ma fir­ma­to il 24 luglio 2018 l’Autorità di Sis­tema Por­tuale del Mar Tir­reno Set­ten­tri­onale ha già assun­to un impeg­no per andare ad una riduzione ed un abbat­ti­men­to del canone di con­ces­sione: “…Il canone di con­ces­sione sarà cal­co­la­to sec­on­do le modal­ità sta­bilite dal Rego­la­men­to dell’ AdSP-MTS, in cui comunque sono pre­viste le con­dizioni per la riduzione e l’abbattimento applic­a­bili in relazione alle diverse  fat­tispecie e tenen­do con­to del pro­gres­si­vo uti­liz­zo delle aree medes­ime, come con­sid­er­ate nell’elaborazione del piano eco­nom­i­co e finanziario basato sul Piano indus­tri­ale…”. Da notare che gli alle­gati dove sono evi­den­zi­ate le aree da dare in con­ces­sione non sono mai sta­ti resi pub­bli­ci.
Anche l’ Agen­zia del demanio ha assun­to impeg­ni per la riduzione del canone di con­ces­sione: “…Rel­a­ti­va­mente alle aree apparte­nen­ti al demanio pub­bli­co ramo bonifi­ca, l’ Agen­zia del demanio, a segui­to di espres­sa richi­es­ta for­mu­la­ta dal­la Parte Pri­va­ta, tenu­to con­to sia dell’effettivo uti­liz­zo a fine indus­tri­ale sia del­la piani­fi­cazione urban­is­ti­ca vigente, si rende disponi­bile:
- a rivedere, in con­sid­er­azione del parziale fer­mo degli impianti, il canone del­la con­ces­sione attual­mente in cor­so rel­a­ti­va­mente al peri­o­do dal 2015  fino alla rimes­sa in fun­zione degli impianti esisten­ti;

a ride­ter­minare il canone ann­uo con­ces­so­rio, tenen­do con­to degli inves­ti­men­ti di cui al Piano Indus­tri­ale che la Parte Pri­va­ta dovrà pre­sentare; det­to canone avrà decor­ren­za dall’inizio del­la real­iz­zazione dei nuovi impianti…”, ndr).

 

Commenta il post