Due medaglie d’oro ai vini dell’azienda Rigoli

· Inserito in È accaduto

CAMPIGLIA 12 luglio 2018 — Ques­ta mat­ti­na è sta­ta Palaz­zo Madama a Tori­no la sede pres­ti­giosa in cui la sin­da­ca di Campiglia Marit­ti­ma e l’azienda Rigoli sono sta­ti pre­miati come Comune e Azien­da con ben 2 medaglie d’oro. È avvenu­to gra­zie ai vini Testal­to Val di Cor­nia rosso Docg 2013 e Mag­istro Doc Val di Cor­nia pas­si­to 2016 che si sono deg­na­mente mer­i­tati un pos­to d’onore nei vini ital­iani selezionati. Una vet­ri­na in cui la com­pe­tizione si gio­ca su gran­di numeri e vasti ter­ri­tori. Infat­ti ammon­tano a 1200 i cam­pi­oni inviati per il con­cor­so “La selezione del sin­da­co” dell’associazione nazionale Cit­tà del Vino. Il con­cor­so si è svolto a Canel­li, in Piemonte. Nel­la cer­i­mo­nia sono state ringrazi­ate dal­la Regione Piemonte per la 17 edi­zione 500 aziende che han­no parte­ci­pa­to cit­tà del vino, prove­ni­en­ti anche da molti pae­si europei tra cui, sec­on­do dopo l’Italia, il Por­to­gal­lo . Sono sta­ti 84 i com­mis­sari inter­nazion­ali impeg­nati nelle val­u­tazioni. “Un pre­mio che riconosce mer­i­to alle pic­cole e medie aziende di grande qual­ità che si dis­tin­guono in un set­tore che rende l’Italia uno dei pae­si leader nel set­tore. Una sod­dis­fazione per il Comune e per l’Azienda” ha sot­to­lin­eato la sin­da­ca Rossana Sof­frit­ti. “Era­no pre­sen­ti Flo­ri­ano Zam­bon, pres­i­dente delle Cit­tà del Vino e Gior­gio Fer­rero asses­sore all’ agri­coltura del­la Regione Piemonte che insieme al pres­i­dente Ser­gio Chi­ampar­i­no han­no volu­to che i vini pres­ti­giosi fos­sero pre­miati in un luo­go davvero uni­co”, aggiunge.
Sod­dis­fat­to nat­u­ral­mente anche Nelus­co Pini, fonda­tore dell’azienda Rigoli che oggi con­duce insieme ai due figli Nicolò e Edoar­do: “Abbi­amo ritenu­to di parte­ci­pare anche a ques­ta edi­zione del­la Selezione del Sin­da­co – dice — per avere delle con­ferme sul Mag­istro, cosa che c’è sta­ta con l’attribuzione del riconosci­men­to; ma non solo, vol­e­va­mo, come abbi­amo fat­to, pre­sentare il pri­mo vino Docg Val di Cor­nia, il pri­mo dopo che la nos­tra zona ha avu­to la denom­i­nazione Docg dal min­is­tero. Abbi­amo pre­sen­ta­to anche il Testal­to per val­oriz­zare al meglio la nos­tra zona e abbi­amo avu­to la piacev­ole con­fer­ma del riconosci­men­to a un ter­ri­to­rio che da tem­po pro­duce vini di qual­ità, che ci grat­i­fi­ca anche per­sonal­mente come azien­da nel­la nos­tro per­cor­so di cresci­ta con l’ingresso dei figli”.

Uffi­cio stam­pa Comune di Campiglia

Commenta il post