Gruppo 2019 non per qualcosa ma contro qualcosa

· Inserito in Blocco note
Alberta Ticciati

CAMPIGLIA MARITTIMA 10 mar­zo 2019 — È di ieri l’articolo con cui la Lega di Salvi­ni esplici­ta il sup­por­to alla Lista Civi­ca Grup­po 2019, dopo quel­lo già man­i­fes­ta­to da Forza Italia di Berlus­coni, in virtù dicono loro “del­la venu­ta meno delle bar­riere ide­o­logiche” su un ter­ri­to­rio gov­er­na­to da 70 anni dal­lo stes­so col­ore politi­co. Tut­to legit­ti­mo, ma sen­za ipocrisia le cose van­no chia­mate con il loro nome. Se ci sono appog­gi “uffi­ciali” di par­ti­ti “strut­turati” come Forza Italia e Lega, non si capisce per­chè il Grup­po 2019 si affret­ti a rib­adire in ogni occa­sione l’apoliticità del­la lista civi­ca. Piut­tosto a me pare che ques­ta volon­tà di aggre­gare tut­ti col­oro che ci stan­no, indipen­den­te­mente dagli ori­en­ta­men­ti politi­ci, indipen­den­te­mente dalle idee e dalle posizioni, derivi dall’unico obi­et­ti­vo di scon­fig­gere chi ha gov­er­na­to sino ad oggi, non sia quin­di per qual­cosa ma con­tro qual­cosa. Sia ben chiaro, legit­ti­mo anche questo, ma non lo si chi­a­mi cam­bi­a­men­to. La polit­i­ca esiste in ogni cosa che fac­ciamo, nelle scelte di cias­cuno di noi, nelle prese di posizione, nel­la quo­tid­i­an­ità di ogni cit­tadi­no, rac­con­tare la visione con la quale guardiamo al nos­tro paese, ren­dere noto l’orizzonte strate­gi­co ed il bagaglio di val­ori e prin­cipi che stan­no alla base delle scelte cre­do sia una for­ma di rispet­to e trasparen­za nei con­fron­ti dell’elettorato. Sono orgogliosa di rap­p­re­sentare il cen­tro sin­is­tra per la gui­da di questo Comune e sen­to sulle mie spalle tut­ta la respon­s­abil­ità che questo com­por­ta, in prim­is per la fidu­cia che in questi mesi mi è sta­ta dimostra­ta da un ampio grup­po di per­sone, cit­ta­di­ni del nos­tro Comune, alcu­ni che si riconoscono nei par­ti­ti del cen­tro sin­is­tra e altri che pur non facen­do parte dei par­ti­ti si riconoscono comunque in quei val­ori e prin­cipi pro­pri del cen­tro sin­is­tra, che si sono sedu­ti al tavo­lo insieme a me per real­iz­zare la piattafor­ma polit­i­ca con la quale mi pre­sen­to alle ammin­is­tra­tive. Cre­do che la for­ma, i con­tenu­ti di questo per­cor­so siano il chiaro mes­sag­gio di quale sia l’obiettivo: ripar­tire dagli errori fat­ti con una cul­tura di gov­er­no e provare insieme, non soltan­to a non ripeter­li, ma inter­pretare i bisog­ni di questo ter­ri­to­rio, provan­do a dare risposte con­crete.

3 risposte a “Gruppo 2019 non per qualcosa ma contro qualcosa”

  1. Lirio Gentili says:

    Sono con­tento per la vit­to­ria del­la Tic­ciati che si con­fron­terà con la lista CIVICA grup­po 2019 con i pro­gram­mi sul futuro del nos­tro Comune e spero sen­za grossi scon­tri. Ognuno è libero di cat­a­log­a­re la lista civi­ca come vuole, ma esistono i vocabo­lari che spie­gano in parole chiare e sem­pli­ci il sig­ni­fi­ca­to. Se in tan­ti cer­cano di con­trastare il grup­po è un buon seg­no; tra loro ci sono votan­ti che per tan­ti anni han­no vota­to per l’attuale giun­ta. Forse non sono sod­dis­fat­ti? Forse bas­ta vedere i pro­gram­mi elet­torali delle ultime leg­is­la­ture e quan­to real­iz­za­to. Comunque auguro buon lavoro.

  2. Alberta Ticciati says:

    Ho espres­so il mio pun­to di vista e rib­adis­co che cre­do che chi si can­di­da a rap­p­re­sentare i cit­ta­di­ni deb­ba dire quali sono gli oriz­zon­ti e le linee strate­giche che lo guidano, quali sono i prin­cipi e i val­ori alla base delle pro­prie scelte. Il cen­tro sin­is­tra ha fat­to molte cose che io giu­di­co buone su questo ter­ri­to­rio e nel nos­tro Comune, ma anche errori, ne sono con­sapev­ole ed è da qui che ho deciso di ripar­tire. Questo è il moti­vo che mi ha spin­to a can­di­dar­mi. So che alcu­ni elet­tori che ci vota­vano oggi sono sfidu­ciati o incer­ti. Io mi impeg­n­erò a dimostrare loro che qual­cosa è cam­bi­a­to, soprat­tut­to nel meto­do e nell’approccio.

    • Francesca Rossi says:

      I vec­chi val­ori stan­no tor­nan­do di moda e te con i tuoi modi sem­pre pacati, gen­tili e rispet­tosi ce lo dimostri ogni vol­ta. Ti ho vis­to con­frontar­ti tante volte e non solo per motivi politi­ci ma anche per esem­pio con noi asso­ci­azioni, dove mag­a­ri ti sen­ti più in con­fi­den­za e potresti las­cia­r­ti andare un po di più, sem­pre rima­nen­do cal­ma. Fer­ma sui tuoi pun­ti quan­do ave­vi ragione ma con la voglia di ascoltare chi dall’altra parte la pen­sa­va in modo diver­so dal tuo, sem­pre con rispet­to ed edu­cazione. Da te c’e solo da impara­re. Gra­zie.

Commenta il post