Il Comitato Agorà di Campiglia si presenta

· Inserito in Teoria e pratica
CAMPIGLIA MARITTIMA 12 giug­no 2019 — Il Comi­ta­to Agorà, il grup­po di cit­ta­di­ni del Comune di Campiglia cos­ti­tu­itosi nel mar­zo scor­so per sostenere la can­di­datu­ra a sin­da­co di Alber­ta Tic­ciati, si è dota­to di una strut­tura inter­na più arti­co­la­ta. Alla gui­da è sta­to ricon­fer­ma­to pres­i­dente Iacopo Bernar­di­ni, vicepres­i­dente sarà Alessio Angeli, seg­re­taria Melis­sa Cam­pi­oni, tesoriere Davide Aytano. Com­ple­tano il Diret­ti­vo Gian­lu­ca Cameri­ni, Alice Can­gialosi, Loren­zo Ciurli, Deb­o­ra Fiorenti­no, Lara Red­di­ti, Domeni­co San­na, Maria Sozzi, Luca Tinac­ci e Francesco Van­ni.
Il con­trib­u­to del grup­po si è riv­e­la­to deter­mi­nante alle recen­ti elezioni ammin­is­tra­tive, che han­no vis­to prevalere Alber­ta Tic­ciati sug­li altri due can­di­dati. Ad Agorà sono infat­ti andati 5 con­siglieri su 11, che han­no rac­colto oltre il 50% delle pref­eren­ze totali, con un record per­son­ale asso­lu­to da parte del pres­i­dente Bernar­di­ni (289 voti).
La fon­da­men­tale impor­tan­za di Agorà è sta­ta pien­amente riconosci­u­ta dal­la sin­da­ca che, inter­ve­nen­do all’ultima assem­blea, ha espres­so la pro­pria grat­i­tu­dine ai mem­bri del grup­po, in un cli­ma di grande sti­ma e fidu­cia rec­i­p­ro­ca.
Il Comi­ta­to civi­co si pro­pone ora di coa­d­i­u­vare l’azione polit­i­ca dell’amministrazione comu­nale per i prossi­mi cinque anni, facen­dosi por­tav­oce delle pro­poste che di vol­ta in vol­ta saran­no avan­zate dai cit­ta­di­ni durante le assem­blee che, peri­odica­mente, il grup­po orga­nizzerà nel­la varie frazioni del Comune.
L’idea di polit­i­ca che Agorà intende portare avan­ti si ispi­ra ad un mod­el­lo esclu­si­va­mente costrut­ti­vo e propos­i­ti­vo, basato sul­la con­cretez­za, sul prag­ma­tismo, ma soprat­tut­to sul rispet­to dell’altro, sul coin­vol­gi­men­to, sul­la con­di­vi­sione e sul dial­o­go con­tin­uo con tutte le par­ti sociali. Per il bene di tut­ti, ci auguri­amo di trovare un inter­locu­tore atten­to e disponi­bile anche in chi, fino ad oggi, ha prefer­i­to lo scon­tro all’incontro, ali­men­tan­do un cli­ma esasper­a­to che rap­p­re­sen­ta un ulte­ri­ore osta­co­lo alla risoluzione dei prob­le­mi del­la nos­tra Comu­nità.
Agorà — Prog­et­to Comune

Commenta il post