IN UNA NOTA I PROPOSITI DEGLI INDIANI. FORNO ELETTRICO SOLO IN FUTURO

JSW: “Verso l’Europa, laminatoi, porto e poi si vedrà”

PIOMBINO 21 mag­gio 2018 — Con un comu­ni­ca­to stam­pa sped­i­to, nell’ambito di una noti­fi­ca pre­vista per legge, a due delle prin­ci­pali isti­tuzioni eco­nomiche indi­ane, la bor­sa di Mum­bai “Nation­al stock exchance of India” e “Bse lim­it­ed” il grup­po JSW Steel ha rifer­i­to dell’accordo per l’acquisizione dei com­p­lessi siderur­gi­ci a Piom­bi­no, già di pro­pri­età degli algeri­ni di Cevi­tal.
Si ha così la con­fer­ma uffi­ciale del cor­rispet­ti­vo di 55 mil­ioni di euro per assumere il con­trol­lo sul 100 per cen­to delle azioni di Afer­pi e Piom­bi­no Logis­tics e il 69,27 per cen­to del cap­i­tale sociale di GSI Luc­chi­ni Spa.
Il grup­po indi­ano, dopo aver evi­den­zi­a­to le carat­ter­is­tiche strut­turali e le pro­duzioni delle soci­età acquisite, illus­tra le moti­vazioni che han­no por­ta­to alla transazione con Cevi­tal. Sei pun­ti, di cui cinque strut­turali, esposti in modo sin­teti­co e tali da offrire comunque indi­cazioni preziose sui proposi­ti dei nuovi pro­tag­o­nisti dell’acciaio di Piom­bi­no.

L’Italia por­ta per l’Europa
“La transazione – si legge nel comu­ni­ca­to — offre un’opportunità uni­ca per JSW Steel di sta­bilire la pro­pria pre­sen­za in Italia con l’accesso al mer­ca­to europeo dei prodot­ti lunghi in acciaio spe­ciale e fornirà inoltre a JSW un pun­to d’appoggio per oppor­tu­nità future nei mer­cati europei.
Affac­cia­ta sul Mediter­ra­neo, aper­ta ai trasporti marit­ti­mi, Piom­bi­no sem­bra essere let­ta dagli indi­ani come una por­ta per il defin­i­ti­vo ingres­so del grup­po nel vec­chio con­ti­nente.

La sin­er­gia Piom­bi­no-India
JSW ha sem­pre avu­to una par­ti­co­lare atten­zione ver­so i lam­i­na­toi piom­bi­no ed anche nel comu­ni­ca­to questo aspet­to viene evi­den­zi­a­to lad­dove si scrive: “I lam­i­na­toi por­tu­ali di Piom­bi­no con­sentono una facile inte­grazione logis­ti­ca con le strut­ture a monte di JSW, sede in India, per la for­ni­tu­ra di bil­lette e bloom a costi com­pet­i­tivi in modo da sostenere Afer­pi nel­la ricon­quista di prof­itti nel­la pro­duzione e nel­la for­ni­tu­ra dei suoi prodot­ti lunghi”.

Un forno elet­tri­co
Par­ti­co­lar­mente sig­ni­fica­ti­vo il ter­zo pun­to indi­ca­to da JSW nel quale si tor­na a par­lare di pro­duzione di acciaio. Un prog­et­to non esclu­so ma descrit­to con pru­den­za e proi­et­ta­to in uno sce­nario futuro più che in un visione imme­di­a­ta. “JSW – si legge nel testo — ha piani a lun­go ter­mine per lavo­rare sull’integrazione ver­ti­cale attra­ver­so la creazione di un forno elet­tri­co, com­pat­i­bile con l’ambiente e basato su rottame/preridotto per ren­dere l’unità com­ple­ta­mente inte­gra­ta. Un’operazione sogget­ta a ver­i­fiche finanziarie e stu­di di fat­tibil­ità”.

I van­tag­gi del por­to
Il por­to viene imme­di­ata­mente osser­va­to come mez­zo per facil­itare le oper­azioni com­mer­ciali soprat­tut­to nel set­tore del­la lam­i­nati. È da sot­to­lin­eare l’affermazione del quar­to pun­to: “I lam­i­na­toi (rotaie, barre e vergel­la) sit­uati nel por­to di Piom­bi­no pos­sono fornire van­tag­gi speci­fi­ci in ter­mi­ni di tem­pi di usci­ta, liv­el­li di servizio e costi per la logis­ti­ca nel proces­so di col­lo­cazione del prodot­to sui mer­cati”.

L’esperienza Luc­chi­ni
JSW dimostra di tenere in par­ti­co­lare con­sid­er­azione la sto­ria del­la siderur­gia piom­bi­nese tan­to che, a propos­i­to del­la Luc­chi­ni, così si pro­nun­cia: “Il mar­chio Luc­chi­ni è ampia­mente riconosci­u­to in Europa ed è tra i leader europei nel­la pro­duzione di rotaie; detiene inoltre una posizione di forza nelle barre di acciaio in lega e nelle vergelle di qual­ità con una vas­ta gam­ma di prodot­ti”.

 

 

Commenta il post