Ospedale di Portoferraio neanche presidio di base

· Inserito in Lettere
pervenuta in redazione

PIOMBINO 11 luglio 2018 — L’ospedale di Porto­fer­raio riman­ga pre­sidio di base e cen­tro di una rete locale che coin­vol­ga l’intera iso­la, con una mod­u­lar­ità a crescere per i mesi estivi.  Inoltre si risol­va la ques­tione di caren­za di per­son­ale, ded­i­can­do un numero adegua­to di pro­fes­sion­isti sia medici che infer­mieris­ti­ci e si man­ten­ga sull’isola d’Elba un adegua­to numero di ambu­lanze con medico a bor­do, in modo da pot­er coprire l’intero ter­ri­to­rio.
È evi­dente che una serie di fat­tori stan­no con­tribuen­do a depoten­ziare l’efficienza e l’efficacia del sis­tema san­i­tario regionale. E sull’isola d’Elba questo depoten­zi­a­men­to è par­ti­co­lar­mente acu­to. L’ospedale di Porto­fer­raio viene ridot­to a meno che pre­sidio di base. Nep­pure è sta­to con­sid­er­a­to come il baci­no dì uten­za sia com­pre­so in estate fra 80.000 e 150.000 abi­tan­ti ed in tale lin­ea si sarebbe dovu­to sta­bilire di dotar­lo di un pron­to soc­cor­so con un numero lim­i­ta­to di spe­cial­ità. Innu­merevoli poi sono gli altri prob­le­mi rel­a­tivi all’isola d’Elba: caren­za di per­son­ale sia medico che infer­mieris­ti­co lega­to alle emer­gen­ze ed alle attiv­ità ambu­la­to­ri­ali, ristrut­turazione dell’edificio non adegua­ta, mal­fun­zion­a­men­to dell’elisoccorso, sis­tema non eccel­lente di emer­gen­za-urgen­za 118 e tem­p­is­ti­ca di inter­ven­to che spes­so sfo­ra soprat­tut­to nei casi di emer­gen­za.
Ci opponi­amo con forza a questo sman­tel­la­men­to ed a tutte le crit­ic­ità evi­den­zi­ate. Occorre che la Regione inter­ven­ga imme­di­ata­mente, al fine di garan­tire per l’isola d’Elba, soprat­tut­to nel­la sta­gione esti­va, un servizio san­i­tario effi­ciente.

Andrea Quar­ti­ni, con­sigliere regionale Movimento5Stelle

 

Commenta il post