IL COMUNE DI PIOMBINO SI PRONUNCIA DOPO LE ANALISI NEGATIVE

Salivoli, bagni sì ma niente dragaggio della sabbia

· Inserito in News dal territorio

PIOMBINO 24 giug­no 2015 — Il Comune di Piom­bi­no si pro­nun­cia sul­la ques­tione del­la spi­ag­gia nei pres­si del por­to di Salivoli dopo le anal­isi neg­a­tive che, di fat­to, han­no imped­i­to il ripasci­men­to del­l’are­nile come è avvenu­to ogni anno. L’e­same pre­ven­ti­vo, nec­es­sario per pot­er uti­liz­zare le sab­bie prel­e­vate dal cam­po boe, ave­va mes­so in evi­den­za (vedi nos­tro arti­co­lo di saba­to scor­so
http://www.stileliberonews.org/analisi-negative-niente-ripascimento/) la pre­sen­za di sostanze tali da ren­dere impos­si­bile l’ef­fet­tuazione del lavoro. Di fronte a legit­time pre­oc­cu­pazioni del­la popo­lazione e dei bag­nan­ti in par­ti­co­lare il Comune ha pre­so l’inizia­ti­va di ras­si­cu­rare con un comu­ni­ca­to nel quale si affer­ma che non ci sono con­dizioni di inquina­men­to tali da impedire la bal­neazione e la fruizione del­l’are­nile anche se le sab­bie prel­e­vate dal cam­po boe non sono uti­liz­z­abili per le oper­azioni di ripasci­men­to del­la spi­ag­gia come è avvenu­to negli anni scor­si.
Ecco il testo del­la nota del Comune:

Nes­suna tossic­ità riscon­tra­ta sul­la spi­ag­gia di Salivoli e acque con­for­mi ai val­ori pre­visti.
La val­u­tazione effet­tua­ta da Asl e Arpat, con­fer­ma­ta nel­la riu­nione con­vo­ca­ta ques­ta mat­ti­na in Comune con l’assessore all’ambiente Chiarei, ha esclu­so qual­si­asi divi­eto di bal­neazione e di fruizione dell’arenile.
Alla riu­nione han­no parte­ci­pa­to Alessan­dro Bar­bi­eri e Valenti­no Seri­ni per l’Usl 6 Val di Cor­nia, Rober­to Pietri­ni per l’Arpat, Mau­r­izio Poli dell’Ufficio Demanio, Cristi­na Pol­le­gione del Servizio ambi­ente del Comune di Piom­bi­no, l’assessore all’ambiente Mar­co Chiarei.
Nelle set­ti­mane scorse, infat­ti, era sta­to avvi­a­to, come tut­ti gli anni, l’iter autor­iz­za­ti­vo per il dra­gag­gio del cam­po boe e il ripasci­men­to del gol­fo di Salivoli.
Le anal­isi dei sed­i­men­ti del cam­po boe ave­vano evi­den­zi­a­to però alcune anom­alie, che han­no reso nec­es­sario effet­tuare questi ulte­ri­ori appro­fondi­men­ti di carat­ter­iz­zazione ambi­en­tale. Da tali val­u­tazioni non è emer­so nes­sun ris­chio per i bag­nan­ti e per l’accesso alla spi­ag­gia, per questo non ver­rà emes­so alcun provved­i­men­to di inter­dizione in questo sen­so. Dal­lo stu­dio è risul­ta­to comunque che i sed­i­men­ti del cam­po boe non sono idonei a essere uti­liz­za­ti per le oper­azioni di ripasci­men­to del­la spi­ag­gia. Per questo l’amministrazione comu­nale sta val­u­tan­do ulte­ri­ori ipote­si per la real­iz­zazione di questi lavori.

Commenta il post