IL SINDACO MASSIMO GIULIANI HA ACCETTATO LE DIMISSIONI

Si dimette l’assessore all’ambiente Marco Chiarei

· Inserito in News dal territorio

PIOMBINO 28 mar­zo 2018 — L’assessore all’ambiente del Comune di Piom­bi­no Mar­co Chiarei ha rasseg­na­to le dimis­sioni dal­la giun­ta comu­nale scriven­do la seguente let­tera:
Ho scel­to di dare le dimis­sioni per una sem­plice scelta di vita. Deci­sione pon­der­a­ta da tem­po, da cir­ca un anno, sul­la quale non influis­cono min­i­ma­mente ques­tioni di tipo politi­co e ammin­is­tra­ti­vo. E’ un cam­bi­a­men­to che ho deciso di dare alla mia vita.
Il mio pri­mo pen­siero va al sin­da­co che ringrazio pub­bli­ca­mente per la fidu­cia che mi ha sem­pre accorda­to in tut­ti questi anni e per aver­mi fat­to svol­gere un lavoro così impor­tante a servizio del­la mia cit­tà. Lo ringrazio per aver rispet­ta­to ques­ta scelta e con l’occasione riten­go doveroso rimar­care quan­to il suo impeg­no sia tes­ti­mo­ni­an­za di una capac­ità umana non fre­quente e cioè quel­la di far­si cari­co del dolore di una cit­tà intera, al di là degli obb­lighi isti­tuzion­ali, in questi anni così irti di dif­fi­coltà. Ringrazio il capogrup­po Rinal­do Bar­sot­ti per la sua costante vic­i­nan­za negli impeg­na­tivi pas­sag­gi in Con­siglio Comu­nale. Ringrazio soprat­tut­to tut­ti i dipen­den­ti comu­nali con cui ho avu­to il piacere e l’onore di lavo­rare; dagli oper­a­tivi ai diri­gen­ti ho impara­to tan­tis­si­mo e ho apprez­za­to tan­tis­sime qual­ità che fan­no di questo Comune una strut­tura davvero sol­i­da.
Sono molto sereno, non ho ran­cori, recrim­i­nazioni o risen­ti­men­ti per niente e per nes­suno. Fare l’amministratore, oggi, non sig­nifi­ca occu­pare una poltrona ma svol­gere una vera e pro­pria mis­sione, tal­vol­ta anche sui­ci­da, nel­la quale non vi è grat­i­fi­cazione di alcun genere. Anche per questo, da cit­tadi­no, mi piac­erebbe che ques­ta comu­nità sapesse lib­er­ar­si dal fiume di odio che la dis­san­gua e che le sot­trae energie pos­i­tive che ser­vono, come il pane, per costru­ir­si un futuro. Bisogna ritrovare il dial­o­go, incon­trar­si, rispet­tar­si e con­t­a­m­i­nar­si.
Mi piac­erebbe infine che la polit­i­ca tut­ta tor­nasse ad avere la P maius­co­la e che pos­sa ritrovare il modo di lavo­rare con una visione, un prog­et­to e quin­di con­net­tere le emer­gen­ze quo­tid­i­ane con gli obi­et­tivi più alti”.

Il sin­da­co Mas­si­mo Giu­liani ha accetta le dimis­sioni dichiaran­do:
“Nel­la gior­na­ta odier­na, dopo un incon­tro con l’assessore dimis­sion­ario Mar­co Chiarei ho accetta­to le sue dimis­sioni, rispet­tan­do le sua deci­sione avvenu­ta per motivi stret­ta­mente per­son­ali.
Ten­go tut­tavia a rin­no­vare, come ho fat­to nel nos­tro col­lo­quio, i miei ringrazi­a­men­ti a Chiarei per il grande lavoro svolto all’interno del­la giun­ta in un set­tore del­i­ca­to come quel­lo delle politiche ambi­en­tali in un ter­ri­to­rio come il nos­tro che, ripro­gram­man­do un nuo­vo svilup­po, ha la neces­sità asso­lu­ta di tenere insieme lavoro, salute e ambi­ente.
Non c’è svilup­po infat­ti sen­za la risoluzione di questo sis­tema di val­ori”.

Mar­co Chiarei era asses­sore alle Politiche Ambi­en­tali, Green Econ­o­my, Rifiu­ti urbani e indus­tri­ali, Boni­fiche e Sin, Dife­sa del suo­lo e del­la cos­ta, Pro­tezione Civile, Dirit­ti degli ani­mali e bio­di­ver­sità, Agri­coltura e pesca, Ener­gia, Parchi e aree pro­tette.
Nato a Piom­bi­no il 24 set­tem­bre 1965 si è diplo­ma­to pres­so l’Istituto Tec­ni­co Indus­tri­ale “A.Pacinotti” di Piom­bi­no, ha stu­di­a­to Scien­ze Nat­u­rali pres­so l’Università degli Stu­di di Firen­ze, ha svolto la pro­fes­sione del com­mer­ciante.
E’ sta­to obi­et­tore di coscien­za svol­gen­do il Servizio Civile pres­so WWF Piom­bi­no e Comune di Tre­si­gal­lo (FE). Ha fat­to parte del grup­po Agesci di Piom­bi­no e ha svolto attiv­ità di volon­tari­a­to pres­so asso­ci­azioni locali. Dal 1993 al 2005 è sta­to mem­bro del Diret­ti­vo Regionale del WWF Toscana rico­pren­do la car­i­ca di vice Pres­i­dente.
È sta­to asses­sore all’ambiente  a par­tire dal luglio 2009.

 

Commenta il post