Stileliberonews, dopo 8 anni, cessa le pubblicazioni

· Inserito in Editoriale

A CHI CI SEGUE, A CHI CI HA SEGUITO

PIOMBINO 20 mag­gio 2020 - Dopo otto anni di inten­sa attiv­ità Stile­liberonews – idee dal­la Val di Cor­nia, chi­ude i bat­ten­ti. La nos­tra tes­ta­ta cesserà le pro­prie pub­bli­cazioni dal prossi­mo pri­mo giug­no. È l’epilogo nat­u­rale di un’esperienza nata per volon­tà di un grup­po di volon­tari, prove­ni­en­ti da espe­rien­ze diverse e acco­mu­nati dal­lo stes­so inter­esse e dal­la stes­sa pas­sione per la ges­tione del­la cosa pub­bli­ca. Il tem­po ed un impeg­no ril­e­vante han­no con­dizion­a­to, sem­pre più, il lavoro per offrire un’informazione doc­u­men­ta­ta e pun­tuale ai nos­tri let­tori. L’età di molti di noi, la stanchez­za dei più gio­vani, il peri­o­do di grave deca­den­za dei con­testi politi­ci e sociali han­no affievoli­to gli entu­si­as­mi e innega­bil­mente con­dizion­a­to la nos­tra pro­duzione. Non è sta­to pos­si­bile garan­tire un ricam­bio gen­er­azionale nel momen­to in cui i gio­vani devono con­cen­trare le loro forze per garan­tir­si un futuro.
Avrem­mo forse potu­to con­tin­uare con quel che res­ta del­la iniziale redazione ma ne avrebbe risen­ti­to la qual­ità del lavoro per comunque avviare la tes­ta­ta sul­la stra­da di una lun­ga, inelut­ta­bile ago­nia. Abbi­amo rifi­u­ta­to ques­ta scelta per­ché prefe­ri­amo las­cia­re di Stile­liberonews l’immagine che abbi­amo costru­ito in otto anni. Un’immagine che ci rende orgogliosi e che resterà viva attra­ver­so l’immensa pro­duzione las­ci­a­ta negli archivi a dis­po­sizione di chi vor­rà conoscere la sto­ria di un peri­o­do dif­fi­cile e par­ti­co­lare per l’intera Val di Cor­nia.
Fin dall’inizio ci siamo dati una rego­la: “Per ogni affer­mazione, una pez­za di appog­gio”. Non è sta­to sem­pre facile rispettare un impeg­no del genere. Sicu­ra­mente qualche vol­ta non ci siamo rius­ci­ti e di questo ci scu­si­amo. Di sicuro pos­si­amo però dire che, a fronte di migli­a­ia di arti­coli, non abbi­amo mai rice­vu­to una smen­ti­ta. Abbi­amo vis­to crescere la con­sid­er­azione e la sti­ma ver­so Stileiberonews dopo un inizio dif­fi­cile nel quale la dif­fi­den­za ed in qualche caso perfi­no il pregiudizio han­no accolto i nos­tri arti­coli.
Ci corre l’obbligo, oggi, di ringraziare tut­ti col­oro che ci han­no fat­to sen­tire la loro vic­i­nan­za: chi ha volu­to scri­vere sulle nos­tre pagine, chi ci ha manda­to infini­ti comu­ni­cati che mai abbi­amo trascu­ra­to, chi ci ha let­to e mag­a­ri ci ha crit­i­ca­to. Di sicuro siamo sta­ti un organo di infor­mazione vivo ed il qualche caso forse anche prezioso.
Un caro salu­to a tut­ti.

La redazione di Stile libero – Idee dal­la Val di Cor­nia

 

.

 

4 risposte a “Stileliberonews, dopo 8 anni, cessa le pubblicazioni”

  1. Renzo Carletti says:

    Abbi­amo bisog­no di una infor­mazione indipen­dente e doc­u­men­ta­ta. Anche per i motivi che elen­cate:
    “peri­o­do di grave deca­den­za dei con­testi politi­ci e sociali”. L’azione dovrebbe essere OPPOSTA a quel­lo che inten­dete fare: non chiusura ma POTENZIAMENTO del gior­nale! Solo attra­ver­so la doc­u­men­tazione e le RICERCHE for­nite dal­la stam­pa lib­era è pos­si­bile sper­are di costru­ire un diver­so modo di vivere e di pro­gredire per Piom­bi­no e la Val di Cor­nia. Solo attra­ver­so anal­isi non vin­co­late a inter­es­si diver­si da quel­li del­la descrizione e del­la anal­isi dei fat­ti, fat­ti nascosti dietro mille parole, è pos­si­bile anco­ra sper­are che la nos­tra zona riesca a super­are la crisi che si pro­trae da moltissi­mi anni. Spero in un RIPENSAMENTO e nel­la pos­si­bil­ità che la Redazione sap­pia super­are questo momen­to di stanchez­za ritrovan­do la forza di sem­pre per essere a fian­co del­la costruzione del­la lib­ertà, del­la gius­tizia sociale e di un nuo­vo svilup­po per la Val di Cor­nia.

  2. Nedo Tavera says:

    Esp­ri­mo il mio ram­mari­co per lo speg­n­i­men­to di una voce dimostratasi ogget­ti­va­mente indipen­dente, lib­era e pun­tual­mente doc­u­men­ta­ta nel cam­po del­l’in­for­mazione locale, di Piom­bi­no e di tut­ta la Val di Cor­nia, con­sid­er­a­to anche che man­cano nel panora­ma edi­zioni car­tacee altret­tan­to indipen­den­ti e di liv­el­lo adegua­to. Mi auguro che pos­si­ate trovare il modo di garan­tire un “ricam­bio gen­er­azionale” alla Vos­tra tes­ta­ta dal momen­to che, sicu­ra­mente a Piom­bi­no, si affer­mano fer­men­ti cul­tur­ali nuovi e promet­ten­ti che neces­si­tano di sosteg­no per garan­tire il futuro svilup­po del­la cit­tà e del ter­ri­to­rio.

  3. Comitato Salute Pubblica Piombino-Val di Cornia says:

    Quan­do le infor­mazioni man­cano, le voci crescono.”
    Alber­to Moravia
    Leg­giamo del­la deci­sione di Stile Libero News di chi­ud­ere la redazione e ces­sare le sue pub­bli­cazioni a par­tire dal prossi­mo Pri­mo Giug­no.
    Come Comi­ta­to di Salute Pub­bli­ca di Piom­bi­no e del­la Val di Cor­nia non pos­si­amo che essere ram­mar­i­cati e pro­fon­da­mente col­pi­ti da ques­ta improvvisa deci­sione.
    Pur com­pren­den­done le moti­vazioni, non pos­si­amo che esprimere il grande dispi­acere per il fat­to che questo nos­tro ter­ri­to­rio sia pri­va­to di una voce così impor­tante ed autorev­ole come quel­la di Stile libero.
    In più occa­sioni ne abbi­amo colto la pre­ci­sione e la pun­tu­al­ità con la divul­gazione e l’attenta anal­isi su argo­men­ti scot­tan­ti e di grande inter­esse per la nos­tra comu­nità e tante volte è sta­ta per noi fonte di preziose infor­mazioni che, altri­men­ti, non avrem­mo potu­to avere.
    Sen­za dimen­ti­care che, in moltissime altre occa­sioni, abbi­amo vis­to ques­ta redazione al nos­tro fian­co pub­bli­care i nos­tri comu­ni­cati in maniera atten­ta e fedele.
    Ogni vol­ta che si speg­ne una voce dell’informazione, specie se di qual­ità, ne va a scapi­to del­la Democrazia e del­la Lib­ertà e si pri­va una Comu­nità del­la pos­si­bil­ità di essere mes­sa al cor­rente su ciò che accade nel pro­prio ter­ri­to­rio e la si rende orfana del­la facoltà di esprimer­si e di far conoscere il pro­prio mal­con­tento.
    Noi del Comi­ta­to di Salute Pub­bli­ca lo sap­pi­amo bene e in questo par­ti­co­lare momen­to che sti­amo viven­do tut­ti, ma mag­gior­mente dif­fi­cile per il nos­tro ter­ri­to­rio, ci mancherà una voce come quel­la di Stile Libero.
    Oggi ques­ta redazione ci salu­ta e noi deside­ri­amo esprimere a tut­ti i suoi com­po­nen­ti un sen­ti­to ringrazi­a­men­to per il grande lavoro fin qui svolto.

  4. Vincenzo says:

    Capis­co le moti­vazioni e me ne dispi­ace. Oggi, purtrop­po, si preferisce inter­loquire sui social che non rap­p­re­sen­tano asso­lu­ta­mente “L’INFORMAZIONE” che è la base di ogni soci­età civile e demo­c­ra­t­i­ca, anzi, sono soprat­tut­to luoghi dove ” il sen­ti­to dire e le chi­ac­chiere da bar” prive di fon­da­men­to imper­a­no. Stile libero ci ha infor­ma­to sulle tem­atiche vitali per la Val di Cor­nia in maniera pun­tuale ed ogget­ti­va e a volte antic­i­pan­do infor­mazioni che sicu­ra­mente a qualche ” capo­r­i­one” han­no fat­to venire più di un mal di pan­cia. Capis­co che un ambi­ente ostile por­ta al logo­ra­men­to e la gen­u­f­les­sione è la miglior via per un qui­eto vivere ma conoscen­do alcu­ni di voi e la vos­tra sto­ria non vi ci vedo pro­prio. Fare gior­nal­is­mo infor­ma­ti­vo non vuol dire sem­plice­mente riportare ciò che pas­sano le “veline” ma scav­are nel­la notizia, ver­i­fi­car­la, questo vi ha per­me­s­so, è bene ricor­dar­lo, di non acco­darvi all’e­sul­tan­za dei vari ” uomi­ni del­l’an­no” o al ” mer­ci mon­sieur Rebrab”. Per­ciò spero in un vostro ripen­sa­men­to che può pre­sen­tar­si in altra for­ma o veste ma che riman­ga pre­sente nel­la nos­tra realtà che ha bisog­no di spir­i­ti liberi e crit­i­ci
    Gra­zie.

Commenta il post