Sulla discarica responsabilità istituzionali diffuse

· Inserito in Lettere
pervenuta in redazione

PIOMBINO 21 mar­zo 2018 — Purtrop­po, le polemiche sul­la dis­car­i­ca di Ischia di Cro­ciano han­no vis­to l’epilogo peg­giore che potes­si­mo aus­pi­care: il seque­stro del­la stes­sa da parte degli organi inquiren­ti. Al di là delle ques­tioni giudiziarie, che non com­men­ti­amo, questo atto com­pli­ca il per­cor­so di mes­sa in sicurez­za del­la dis­car­i­ca, soprat­tut­to a fronte dei lavori per quan­to riguar­da la cap­tazione dei bio­gas e la regi­mazione dei cat­tivi odori sem­pre più for­ti nell’ultimo peri­o­do. Una situ­azione com­p­lessa e com­pli­ca­ta che non pre­an­nun­cia nul­la di buono. Gli errori commes­si in pas­sato, in par­ti­co­lare il forte indeb­ita­men­to pre­gres­so, gra­zie anche ai mutui con­trat­ti ed uti­liz­za­ti per le spese cor­ren­ti e non per sostenere inves­ti­men­ti profi­cui, han­no por­ta­to alla situ­azione di oggi. La nasci­ta di RiMa­te­ria è sta­to un pas­sag­gio  per tentare di met­tere una pez­za iniziale alle gravi con­dizioni in cui verte­va ASIU ed in parte vi  sono sta­ti inter­ven­ti mirati che han­no per­lomeno rimes­so in ses­to i con­ti e por­ta­to risorse da pot­er inve­stire. Il poco tem­po a dis­po­sizione e la crisi del­la siderur­gia han­no gio­ca­to con­tro  il nuo­vo piano indus­tri­ale e di svilup­po. Le respon­s­abil­ità ammin­is­tra­tive e politiche ven­gono da lon­tano e sono dif­fuse fra i diver­si liv­el­li isti­tuzion­ali locali, nonos­tante gli immag­in­abili ten­ta­tivi di vol­er scari­care le colpe sul capro espi­a­to­rio di turno. L’auspicio per la nos­tra comu­nità, ed in par­ti­co­lare per i cit­ta­di­ni che vivono nelle vic­i­nanze dell’area inter­es­sa­ta e delle attiv­ità tur­is­tiche lim­itrofi, è che i tem­pi delle azioni giudiziarie siano veloci, affinchè ripar­tano al più presto tut­ti i lavori sul­la dis­car­i­ca ai fini del­la sicurez­za ambi­en­tale e dell’eliminazione dei cat­tivi odori. Questo even­to va inte­so come una sci­agu­ra che colpisce tutte le per­sone di questo ter­ri­to­rio e non un’opportunità di stru­men­tal­iz­zazione polit­i­ca. Il con­to comunque pri­ma o poi sarà pre­sen­ta­to e qual­cuno lo pagherà, ma ques­ta è un’altra sto­ria.

Lui­gi Cop­po­la
Mas­si­mo Aurioso

Commenta il post