Sviluppo stazione Fiorentina per merce pericolosa

· Inserito in È accaduto

PIOMBINO 25 otto­bre 2018 — Rete Fer­roviaria Ital­iana (RFI) ha stanzi­a­to 5,2 mil­ioni di euro per poten­ziare la stazione Fiorenti­na di Piom­bi­no per la ricezione di mer­ce peri­colosa. Lo comu­ni­ca l’Autorità di Sis­tema Por­tuale del Mar Tir­reno Set­ten­tri­onale: sono oltre 6 i mil­ioni di euro stanziati per finanziare due impor­tan­ti inter­ven­ti a Livorno e a Piom­bi­no; Livorno ha ottenu­to 1,4 mil­ioni di euro per creare un nuo­vo rac­cor­do alla Stazione Livorno-Calam­brone, men­tre altri 5,2 mil­ioni di euro sono sta­ti impeg­nati per poten­ziare la stazione Fiorenti­na di Piom­bi­no per la ricezione di mer­ce peri­colosa.
Oltre al sis­tema por­tuale dell’Alto Tir­reno, han­no ben­e­fi­ci­a­to dei finanzi­a­men­ti sia l’Autorità di Sis­tema del Mar Adri­ati­co Occi­den­tale (Tri­este) che l’Autorità di Sis­tema del Mar Lig­ure Ori­en­tale (La Spezia-Mari­na di Car­rara), cui sono sta­ti des­ti­nati rispet­ti­va­mente 5,8 e 5,7 mil­ioni di euro per una serie di prog­et­ti cantier­abili. Infine, 1,2 mil­ioni di euro ver­ran­no investi­ti da Rete Fer­roviaria Ital­iana per il ripristi­no delle piene fun­zion­al­ità di Savona Par­co Doria, sul­la base di un inter­ven­to richiesto dall’Autorità di Sis­tema del Mar Lig­ure Occi­den­tale.

Un po’ di sto­ria
Una pri­ma fer­ma­ta a Fiorenti­na venne real­iz­za­ta nel sec­on­do dopoguer­ra, in cor­rispon­den­za di una casa can­toniera preesistente all’altezza del pas­sag­gio a liv­el­lo sul­la S.P. 23 bis; vi effet­tua­vano sca­lo solo pochi treni al giorno.
A metà anni ottan­ta la lin­ea fu inter­es­sa­ta da impor­tan­ti lavori di adegua­men­to; con essi fu real­iz­za­ta una nuo­va e più mod­er­na stazione sit­u­a­ta ad alcune centi­na­ia di metri di dis­tan­za dal­la prece­dente. Tale stazione venne atti­va­ta il 2 otto­bre 1985, con­tem­po­ranea­mente al rad­doppio del bina­rio fra ques­ta local­ità e la stazione di Pop­u­lo­nia.
Dal­la metà degli anni novan­ta la stazione di Fiorenti­na di Piom­bi­no sup­por­ta sola­mente traf­fi­co mer­ci, in par­ti­co­lare gestisce la dira­mazione non elet­tri­fi­ca­ta a bina­rio uni­co che qui ha orig­ine e la col­le­ga alla rete inter­na di pro­pri­età del­lo sta­bil­i­men­to Afer­pi.
In prossim­ità del­la stazione di Fiorenti­na la fer­rovia è super­a­ta, medi­ante cav­al­cavia, dal rac­cor­do stradale ver­so la stra­da statale 398 che  col­le­ga Piom­bi­no alla stra­da di grande comu­ni­cazione (S.G.C.) SS1 Aure­lia.

Commenta il post